È Natale e ce lo siamo meritati!

24.12.2022 00:00 di Mauro Suma   vedi letture
È Natale e ce lo siamo meritati!
MilanNews.it

È Natale, ragazzi, Godetevelo, godiamocelo. Quella rossonera è una tifoseria meravigliosa. E il Milan è una società che ogni anno sta dando soddisfazioni a tutti i Milanisti. Nel calcio le discussioni sono infinite, ma nulla potrà cambiare questa realtà dei fatti. Uno stato dell'arte, che dobbiamo onorare con una promessa. Domani e dopodomani, Natale e Santo Stefano (!!!), guardiamoci solo il petto. E ricordiamo che sotto sotto quei tre colori ci saluta e ci rallegra lo Scudetto più emozionante della nostra vita. Vero il 1988...ma il rivale era il Napoli. Vero il 1999...ma la rivale era la Lazio. Stavolta invece...Insomma Natale con lo Scudetto, è la mia personalissima proposta. Poi da martedì 27 torneremo a guardare ogni tanto nel vuoto, a toglierci le pellicine dalle dita, oddio gli infortuni, oddio Salerno, oddio tutto il resto. C'è un tempo per godere, e un tempo per fremere. Oggi e domani, si gode. Garantito. Poi si vedrà.

Voglio solo dirvi che in settimana all'Arco della Pace, al Natale rossonero sono tornato a respirare il clima del mio Milan, quello del calore della grande famiglia con la luce dell'efficienza aziendale negli occhi di tutti i presenti. Voglio solo dirvi che quando Mike tornerà, vorrà dire che sarà definitivamente guarito. Senza compromessi. Il polpaccio è una brutta gatta, il soleo bruttissima. Chi parla di ricadute o di recidive non sa di cosa parla, la verità è che si tratta di un polpaccio che tarda a guarire, che fa fatica a tornare a posto. Non dovrebbe succedere ma succede, non vorremmo fosse successo proprio a Mike ma così è, e visto che sullo Scudetto di cui sopra si vedono distintamente le sue manone vale la pena che noi gli si stia vicino e che lo si incoraggi a fare i passi più giusti possibili per riaverlo con noi. Non ci sono previsioni, chi le fa sbaglia a prescindere perché butta i dati nel vuoto. O, peggio, sulla carne viva dei tifosi che sono aggrappati alle parole di questo o di quello.

Abbiamo qualche altro affaticamento muscolare, roba gestibilissima, ordinaria amministrazione nella stagione più anomala della storia del calcio. Tranquilli, che ammesso e non concesso che ci sia qualcosa che non è andato da questo punto di vista, Stefano Pioli ha onestà intellettuale e coscienza a posto da vendere per esaminare ed eventualmente, se del caso, per rimediare e per correggere. Il nostro allenatore ha sempre guardato telecamere e tifosi a testa alta, senza frasi fatte e senza propaganda. Tranquilli, che se ci saranno opportunità di mercato, ma dovranno essere tali, il Milan ci sarà. Il Milan è il Milan. Elliott non è mai stato un fondo con noi, è stato una proprietà, è stato una azienda. Una continuità che ci darà e che ci sta dando RedBird, con Gerry Cardinale che ha apertissimo il canale del dialogo con Paolo Maldini. Ho trascorso il Natale rossonero chiacchierando di calcio con Franco Baresi e ho stretto la mano di Paolo per gli auguri Natalizi. Il mio cuore di Milanista è a posto. E non lo scrivo per farlo sapere, ma perchè lo voglio condividere con tutti i Rossoneri, che sono, come sempre, ma anche a Natale, Belli come il sole.