Forza Milan!

22.05.2022 00:00 di Andrea Longoni Twitter:    vedi letture
Forza Milan!
MilanNews.it

L'ultimo atto, l'ultimo sforzo, l'ultimo passo. La giornata che ogni rossonero aspetta da 11 anni, con la speranza che possa essere ricordata poi con entusiasmo e felicità, per sempre.

Il Milan ci arriva con prove incoraggianti, dopo aver dato anche nelle ultime partite la sensazione di essere squadra vera, tosta e matura, che sa pazientare e capire quando colpire. Basti pensare che all'intervallo con la Lazio era sotto, con Fiorentina, Verona e Atalanta era in parità e poi sono arrivate 4 vittorie.

E' stata una settimana 'particolare': un continuo di gufate, di interviste e dichiarazioni, a volte sfociate in provocazioni, come quella di Carnevali su Leao ("Nel Sassuolo rischierebbe la panchina" ndr). Messaggi a reti unificate quelle del dirigente amico di Marotta, un giorno sì e l'altro pure. Nel frattempo ci chiediamo se si giocherà anche Inter-Sampdoria, così, per sapere, visto che non ne parla proprio nessuno.

Vergognoso è stato il bagarinaggio coi biglietti della sfida di oggi al Mapei Stadium: tagliandi rimessi in vendita a migliaia di euro. Già da martedì, bastava fare un giro su ebay o su altri siti simili, per trovare decine di proposte a prezzi shock. Il tutto alla luce del sole e quindi facilmente rintracciabile.

Ecco, Carnevali oltre a denunciare l'esistenza di biglietti contraffatti, avrebbe potuto fare lo stesso su questo fenomeno scandaloso, che è stato un vero e proprio schiaffo alla passione dei tifosi, quelli veri. Le stesse autorità competenti avrebbero avuto gli strumenti per bloccarlo sul nascere, ma niente.

Sarà l'ultima partita di diversi giocatori: a partire da Romagnoli, che partirà dalla panchina e che poi abbandonerà maglia e fascia da capitano. E poi Kessie, che domenica scorsa contro l'Atalanta ha ricordato la versione 20-21: molto iconica l'immagine nel finale, a difendere la palla sulla bandierina da due atalantini. La stessa immagine dello scorso anno, quando il Milan a Bergamo tornò in Champions League. Con ogni probabilità sarà anche 'the last dance' per Ibra, sperando che la sua mission si concluda col giusto riconoscimento.

Per i bilanci e le conclusioni aspetteremo ancora qualche ora, così come, EVENTUALMENTE, per mettere i puntini sulle i e togliere qualche sassolino dalle scarpe. Di messaggi e destinatari, in quel caso, ne avremmo davvero tanti. Nel frattempo aspettiamo che arrivino le 18 con un semplice, ma significativo, forza Milan!