Il caso Maldini: perchè? Sul carro di Origi. Renato Sanches...

19.06.2022 00:00 di Andrea Longoni Twitter:    vedi letture
Il caso Maldini: perchè? Sul carro di Origi. Renato Sanches...
MilanNews.it

Neanche un mese fa per il popolo rossonero iniziava una festa incredibile: uno scudetto vinto dopo 11 anni, vissuto con un'euforia senza precedenti. Rivedere le immagini di quei giorni è ancora oggi un altro tsunami di emozioni. Era un'onda di entusiasmo da cavalcare con facilità, e invece 4 settimane dopo c'è un fattore di agitazione del quale i tifosi del Milan avrebbero fatto volentieri a meno: il rinnovo di Maldini, che non arriva. Sul punto più bello della storia del Club dell'ultimo decennio si poteva andare avanti senza più freni, preoccupandosi esclusivamente di alzare il livello.

E invece a oggi la gestione del caso è stata pessima, figlia di divergenze che sembravano superate. Rimaniamo sempre dell'idea che si proseguirà con l'attuale squadra dirigenziale, ma a 10 giorni dalla scadenza non si può negare che il tutto sia imbarazzante e in un certo senso anche irrispettoso nei confronti del popolo milanista. L'entusiasmo dei tifosi meritava di essere ripagato diversamente. Neanche una dichiarazione di rassicurazione, nemmeno quella. Questo non vuol dire che il futuro non sarà roseo: l'esempio è proprio nella storia recente del Club, diventata vincente nonostante le frizioni del passato.

Una volta superato questo scoglio, finalmente il mercato del Milan potrà decollare. Nei prossimi giorni arriverà Origi, giocatore sul quale si registrano troppe perplessità e pregiudizi. Eppure un anno fa di questi tempi in tanti avevano bocciato prima ancora di vederlo quel Giroud che è stato determinante nello scudetto rossonero, con gol davvero pesantissimi. Il belga a oggi non è stato mai un bomber da 25 reti stagionali, ma tutto lascia intendere che in Italia possa svoltare anche da questo punto di vista, giocando di più. Basterebbe una quindicina di gol, nell'idea di distribuirli tra esterni e trequartista. Sul carro di Origi oggi c'è tanto posto: sono sicuro che andrà via via riempendosi. Non si può non fidarsi di una squadra mercato che di competenza ne ha dimostrata davvero tanta.

Con la speranza che non si contino però i danni su altre trattative, come quella per Renato Sanches. L'inserimento del PSG non può che spaventare. Perdere il portoghese sarebbe imperdonabile per quanto tempo il Milan ci aveva lavorato, raggiungendo di fatto anche l'accordo col giocatore settimane fa. Un'estate da campioni d'Italia, che non doveva iniziare così.