Il Psg su Thuram del Nizza, ha mollato Sanches? Mr. Cardinale, listen to me: Dybala potrebbe essere il tuo Donadoni. Cito il Vangelo a proposito di Beppe Marotta

22.06.2022 00:00 di Carlo Pellegatti   vedi letture
Il Psg su Thuram del Nizza, ha mollato Sanches? Mr. Cardinale, listen to me: Dybala potrebbe essere il tuo Donadoni. Cito il Vangelo a proposito di Beppe Marotta
MilanNews.it

Non capisco. Qualcuno conosce il budget-mercato dell’Atalanta, del Bologna, della Fiorentina o della Juventus? L’Inter la lascio a parte perché oggi Beppe Marotta potrebbe essere protagonista di un Vangelo Calcistico del terzo millennio, Matteo 14, 13-21. L’unica squadra della quale si sa sempre tutto, fino all’ultimo euro, sugli investimenti del mercato, però, è solo il Milan. Ora si dice che siano 45/50 milioni, una cifra che, per molti, non sarà sufficiente per regalare giocatori di alta caratura, utili per continuare ad essere ancora protagonisti in campionato e puntare alla primavera di Champions League. Sarà quella? Ogni ipotesi, ogni giudizio oggi mi sembra prematuro perché, di fatto, la campagna rafforzamento non è ancora iniziata. Eccetto che per i riscatti di Florenzi - 2 milioni alla Roma - e Messias - intorno ai 4 al Crotone. Operazioni che verranno finalizzate dopo le firme di Paolo Maldini e Ricky Massara. A proposito, diventa comunque urgente chiudere presto questa annosa questione, perché i giocatori trattati fino ad ora attendono le decisioni dei plenipotenziari. Il motivo della lunga attesa continua a sfuggirmi.

Allora, veniamo al punto sul mercato. Cominciamo dalla coppia del Lille, Sven Botman e Renato Sanches. Costo totale dai 43 ai 48 milioni di euro. Per quanto riguarda l’indice della borsa riguardante l’olandese, è più ballerino del Nasdaq di New York. Due giorni fa sembrava in picchiata la possibilità che il forte difensore venisse al Milan. Incredibile! Non tanto per sua scelta o del Lille, ma piuttosto per una corrente di pensiero all’interno del Club di Via Aldo Rossi, che ritiene troppo alto l’investimento per il centrale, somma da destinare magari per rafforzare altri ruoli. Ieri, invece, la quotazione è risalita, mentre oggi pare ancora in discesa. Indipendentemente dai tentativi del Newcastle, che, a dire il vero, mi sembrava rassegnato a perdere uno dei più forti centrali europei, ma soprattutto una prospettiva di Campione, considerata la giovane età. Il suo acquisto dipende, ripeto, anche dalla dialettica all’interno del Club. Attacchi di panico quando la francese "Le10 Sport" ha lanciato l’indiscrezione di un interessamento del Psg per Renato Sanches. Anche in Francia tutti a seguire questa voce, con altri rumors sulla cifra studiata per l’operazione: circa 30 milioni. Sì, perché il Lille lo valutava 20, ma il brillante club parigino ovviamente avrebbe offerto il 50% in più. Sciambola! (in milanese, divertimento sfrenato) L’indiscrezione potrebbe avere comunque una sua logica perché Christophe Galtier sarà il prossimo allenatore del Psg. Per liberarlo dal Nizza, al suo posto Lucien Favre, il Psg pagherà 10 milioni al Club della Costa Azzurra, dopo aver esonerato Pochettino. Costo 15 milioni. Arisciambola! Si potrebbe così ricomporre la coppia Campos-Galtier, che ha vinto il campionato con il Lille. Ecco perché spiegato il pensiero su Sanches, vista la forte conoscenza e stima reciproca. Ho usato, non per caso, il sostantivo "pensiero" perché, ad oggi, nessuna offerta è pervenuta ai Dogues Lillois. Ecco, però, una novità che non ha trovato la stessa diffusione mediatica: protagonista sempre il Psg. Il club parigino, secondo siti francesi, avrebbe sondato, nelle ultime ore, lo stesso Nizza per Khephren Thuram, centrocampista con le stesse caratteristiche di Sanches. E allora? Cambio di strategia e stanno ritornando alte le possibilità che Renato venga al Milan? Quindi tutto è ancora aperto.

Veniamo, ora, allo scenario che più mi intriga e che galvanizzerebbe i tifosi - ancora felici stanno festeggiando per la conquista dello Scudetto. Ogni tanto vale la pena ripeterlo: "I CAMPIONI DELL’ITALIA SIAMO NOI". È passato un mese e mi emoziono ancora ripensando a quel pomeriggio di Reggio Emilia. Bene, ieri, sul mio canale YouTube, ho invitato Gerry Cardinale a imitare Silvio Berlusconi, che, come regalo di arrivo, ha acquistato Roberto Donadoni.  C’è un giocatore che oggi avrebbe lo stesso appeal e che sarebbe il più bel viatico per la nuova avventura dell’ imprenditore americano, che tornerà in Italia dopo la metà di luglio: si chiama Paulo Dybala. Da settimane indicato come sicuro attaccante dell’Inter, che oggi ha però bruscamente frenato sull’argentino. Il costo di ingaggio è alto OGGI, ma magari fra qualche settimana, con Paulo ancora in attesa delle vendite di due attaccanti nerazzurri, un sondaggio rossonero potrebbe riservare belle sorprese ai dirigenti del Milan. Come rivelato, qualche settimana fa dal Corriere dello Sport, la destinazione preferita sarebbe stata proprio il Milan. Spero che Mr. Cardinale venga sensibilizzato sull’importanza non solo tecnica ma anche mediatica di una operazione di questo spessore. Come è stata una eccezione sul piano economico l’acquisto di Zlatan Ibrahimovic, "semel in anno licet insanire". Sì, una volta l’anno o una volta ogni due anni si deve commettere una pazzia. Milan, succede se ci credi! E Dybala, in maglia rossonera, sarebbe una pazzia meravigliosa!