Milan, Ziyech per il doppio ruolo. Le condizioni per Kaio Jorge. Un altro giovane francese. Il messaggio di Gazidis e la frase di Brahim

21.07.2021 15:50 di Antonio Vitiello Twitter:    vedi letture
Milan, Ziyech per il doppio ruolo. Le condizioni per Kaio Jorge. Un altro giovane francese. Il messaggio di Gazidis e la frase di Brahim

Sei acquisti già ufficializzati, altri cinque obiettivi sono nel mirino. A quaranta giorni dalla fine del calciomercato il Milan è una delle poche squadre che si sta muovendo in Italia, e ha in programma di migliorare ancora la rosa con tasselli fondamentali come il trequartista, un’altra punta, un mediano, un terzino destro e probabilmente anche l’esterno destro d’attacco.

Il Milan ha un dossier con tanti nomi di trequartisti, la scelta non è ancora arrivata perché si aspetterà ancora qualche giorno. Lo scopo è di farsi trovare pronto quando arriveranno occasioni in prestito o con formule convenienti. Tuttavia il lavoro di monitoraggio è costante, così come le telefonate e gli incontri con intermediari e agenti. Ziyech del Chelsea è uno dei preferiti dell’area tecnica, soprattutto perché può ricoprire due ruoli. Può giocare da esterno alto a destra oppure da trequartista alle spalle della punta. Il numero dieci a Brahim Diaz non comprometterà l’arrivo di un altro giocatore in quella zona del campo, anche perché il Milan vorrà avere più di un giocatore per ruolo per evitare problemi come nella seconda parte della scorsa stagione quando è sceso in campo molte volte in emergenza. A Ziyech aggiungiamo i nomi di Vlasic, ma qui il Cska Mosca deve abbassare le pretese economiche e modificare la formula del prestito, poi Sabitzer del Lipsia, e Isco del Real (le richieste d’ingaggio sono molto alte, così come quelle di Coutinho).

Sta procedendo bene la trattativa per Kaio Jorge, obiettivo principale per l’attacco. Inizialmente l’idea dei rossoneri era quella di prenderlo a parametro zero a gennaio, ma si sta provando ad anticipare il colpo in estate. Il Milan spera di acquistarlo dal Santos con una cifra relativamente bassa, soprattutto perché tra qualche mese potrà averlo senza pagare il cartellino. Il Santos sapendo di perderlo a zero a dicembre potrebbe decidere di abbassare le pretese rispetto alla richiesta iniziale di 10 milioni. Il giocatore è abbastanza vicino, e c’è già un accordo verbale tra il club rossonero e Kaio Jorge, mentre i procuratori stanno provando a ridurre i compensi per permettere al brasiliano di passare al Milan. Sarebbe un rinforzo di prospettiva, in cui il 19enne brasiliano potrà crescere a Milanello insieme a due veterani come Ibrahimovic e Giroud.

Il Milan dopo aver formulato tre anni di contratto a Warren Bondo, estendibili a cinque quando il giocatore sarà maggiorenne, sta cercando l’accordo definitivo con il Nancy. La società francese vorrebbe un milione e mezzo fisso, più bonus e percentuale sulla futura rivendita. Il Milan spera di abbassare la parte fissa. Manca poco all’accordo. Bondo, centrocampista classe 2003, andrebbe ad alimentare la colonia di francesi presenti in rosa. Sarebbe un rinforzo sia per la Primavera che per la prima squadra.

Ci sono due insegnamenti che possiamo trarre dopo la brutta notizia del carcinoma alla gola diagnosticato all’amministratore delegato Ivan Gazidis. Il primo riguarda l’invito alla prevenzione, perché l’ad rossonero ha scoperto di avere un cancro, ancora allo stato iniziale, dopo essersi sottoposto ad un controllo medico di routine. Il secondo insegnamento riguarda il coraggio che Gazidis sta infondendo ai propri dipendenti. Ieri ha inviato un video a tutta la sede in cui ha spiegato di voler tornare più forte e determinato di prima e che affronterà il periodo di cura con il sostengo di tutti. In bocca al lupo Ivan.

Belle le parole di Brahim Diaz, tornato con il sorriso a Milanello dopo un lungo periodo di trattativa tra i rossoneri e il Real Madrid: “Suderò fino all'ultima goccia di sangue per questo grande club e lotterò per fare una grande stagione. Il 10 è un numero unico nella storia del Milan. So che è pesante e richiede grandi responsabilità: darò il massimo”. Il folletto di Malaga dopo un prima anno positivo, vuole trovare maggiore continuità ed essere ancora più al centro del progetto.