Sarà un mercato intenso. Tante operazioni. Occhio a Berardi

30.05.2021 00:00 di Andrea Longoni Twitter:    vedi letture
Sarà un mercato intenso.  Tante operazioni.  Occhio a Berardi
MilanNews.it

Sarà un'estate rossonera, per la serenità raggiunta con la Champions League e le ottime premesse della prossima stagione. Il capitolo Donnarumma è pressochè archiviato: non si sono registrati suicidi di massa nè disperazione, anzi. Il senso di liberazione la dice lunga su quanto lui e il suo entourage avessero tirato la corda: finalmente non assisteremo più ai soliti teatrini estivi e la sagoma ingombrante del suo procuratore aleggerà su altri Club.  Si prospetta un Milan Raiola free, a eccezione di Ibra, che però è un capitolo a parte e non potrà consentire all'agente i soliti ricatti. Si va infatti verso la separazione anche da Romagnoli, che non rientra più nei piani di Pioli e vuole cambiare maglia deluso dalla mancata convocazione di Mancini. Non sarà facile trovare una sistemazione, la soluzione più facile potrebbe essere uno scambio con un esubero di un'altra squadra.

Il riscatto di Tomori non è in discussione: da lui e da Kjaer ripartirà la difesa, cui verrà aggiunto un tassello per regalare al mister delle alternative. Caldarà farà rientro a Milanello, ma la permanenza non è scontata. La priorità più importante è sicuramente il rinnovo di Kessie: a oggi c'è distanza tra domanda e offerta, ma è impensabile che il Milan lo lasci partire dopo un'annata del genere. Verrà fatto mercato anche a centrocampo: piace molto Svanberg del Bologna.

In attesa di capire la decisione di Calhanoglu (il Milan non lo aspetterà all'infinito), Maldini e Massara sono alla ricerca dell'alternativa. Il preferito è De Paul, ma l'abboccamento con Raiola ha complicato il tutto. Più semplice Ilicic e il croato del Cska Mosca Vlasic, convocato dalla sua Nazionale per gli Europei. In attacco il piano porta a due punte: una dovrebbe essere Giroud, l'altra un giovane di belle speranze, che possa inserirsi senza troppe pressioni.

Per la fascia destra, con Castillejo in uscita e la conferma di Saelemaekers, il grande obiettivo è un giocatore in grado di saltare l'uomo e di realizzare tanti gol. Il preferito di mister Pioli è Domenico Berardi, autore di 17 reti e 8 assist nell'ultimo campionato col Sassuolo. Numeri importanti, così come la valutazione: ma il Milan in quel ruolo ha bisogno di un giocatore in grado di fare la differenza, come ammesso dallo stesso allenatore dopo la vittoria con l'Atalanta. La mission della dirigenza è quella di integrare la rosa con innesti che abbiano decisamente confidenza con la porta avversaria.