Tre punti, riecco Leao e un sontuoso CDK. Oggi arriva Thiaw: manca solo il centrocampista

28.08.2022 00:00 di Andrea Longoni Twitter:    vedi letture
Tre punti, riecco Leao e un sontuoso CDK. Oggi arriva Thiaw: manca solo il centrocampista
MilanNews.it

Un bel weekend per il Milan, grazie a una vittoria assolutamente non scontata contro il Bologna, squadra che solitamente fa giocare male gli avversari e che nella scorsa stagione aveva fermato i rossoneri sullo 0 a 0 a S. Siro.
Impatto straordinario di De Ketelaere all'esordio dal primo minuto: sembra essere il giocatore che mancava al Milan. Notevole lo strappo iniziato col recupero palla e concluso con l'assist a Leao. Giocata incredibile anche quella che mette Kalulu davanti a Skorupski. Visione di gioco, fisicità e tecnica a servizio dei compagni. Il belga farà divertire e non poco.
Nota di merito anche per il difensore francese: semplicemente impressionante, sempre di più.
Leao con gol e assist si è fatto perdonare le prime due prestazioni sottotono e ha dimostrato di essersi lasciato alle spalle anche le sirene londinesi del Chelsea.
Unica nota negativa le difficoltà a incidere sulla destra di Messias: il tanto bistrattato Saelemaekers è sempre più vivace e propositivo, oltre che prezioso per l'equilibrio di squadra.

E oggi arriverà a Milano Malick Thiaw, difensore alto 191 cm che andrà a completare il reparto difensivo. Il 21enne tedesco era stato già inseguito a gennaio: grande fisicità e bravura sulle palle alte (dove il Milan pecca un po'), con oltretutto piedi educati in grado di impostare. La speranza è che anche questa volta la MMM (Maldini, Massara, Moncada) ci abbia visto lungo.
Così, per completare il mercato resta a questo punto da individuare il centrocampista: pedina troppo importante, innesto che non si può rimandare.

Riflessione doverosa, infine, sulla sconfitta dei cugini contro la Lazio. L'Inter ha dimostrato di non essere quella squadra imbattibile che molti pronosticavano già vincitrice del campionato. Ma quello che la gara di venerdì dovrebbe insegnare a molti milanisti è che non è il caso di disperarsi per un pareggio la seconda giornata contro l'Atalanta: è vero che il Milan aveva abituato tutti bene con una serie importante di vittorie di fila, ma il disfattismo dopo una buonissima prestazione a Bergamo davvero è stato a tratti surreale.
Sentimento per fortuna non di tutti.