ESCLUSIVA MN - Ielpo: "Con Ibra derby alla pari, meglio in coppia con Leao. Champions? Distanza non abissale"

07.02.2020 18:30 di Gianluigi Torre Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
ESCLUSIVA MN - Ielpo: "Con Ibra derby alla pari, meglio in coppia con Leao. Champions? Distanza non abissale"

La redazione di MilanNews.it ha contattato Mario Ielpo, ex portiere del Milan nella stagione 96/97 per parlare con lui del big match della giornata che verrà: il derby della Madonnina Inter-Milan. Oltre alla stracittadina abbiamo parlato anche di Zlatan Ibrahimovic e del suo impatto su questo Milan. Qui le sue parole:

Partiamo dal Milan, come lo vedi nel derby?

"Abbiamo poche certezze, ma l'Inter partirà all'assalto come ha già fatto nei derby passati. Partirà con il pressing alto come ha già fatto con Conte in questo campionato"

Senza Ibra il Milan ha fallito con il Verona. Si è sentita tanto la sua mancanza?

"Ibra è decisivo. Se il Milan, come credo, ha buone possibilità di fare risultato e non parte nettamente sfavorito vuole dire che c'è Ibra. Con Ibra in campo, la squadra può provare a fare una partita pari"

Sempre su Ibra: lo vedi meglio in coppia con Leao o con Rebic?

"Sinceramente non vedo bene nessuna delle coppie, ma sulla carta è meglio Leao-Ibrahimovic. D'altro canto Rebic merita di giocare per quello che ha fatto vedere, per la voglia  e per l'intensità che mette. È più facile che Rebic entri a partita iniziata, rispetto a Leao che se la prende un po più comodo. Ancora qualcosa non torna."

Il Milan deve puntare all'Eruopa?

"Assolutamente! Il Milan deve puntare all'Europa League e sarebbe il massimo. Credo che per l'Europa League l'avversario più temibile sia il Napoli, se non c'è il Napoli il Milan ci andrà tranquillamente. L'unica cosa che deve fare il Milan è tenere un piccolo spiraglio aperto fino in fondo per la Champions, che visti gli ultimi risultati di Roma e Atalanta, fanno sperare. La distanza non è così abissale e se vinci lo scontro diretto bisogna crederci"