Ordine: "Rino e Andrea, stessa storia: primo incarico una 'copertura'"

11.08.2020 16:23 di Enrico Ferrazzi Twitter:    Vedi letture
© foto di Alberto Mariani
Ordine: "Rino e Andrea, stessa storia: primo incarico una 'copertura'"

Franco Ordine, sulle colonne de Il Giornale, ha parlato così di Rino Gattuso e Andrea Pirlo: "C'è un sottile filo rossonero che ricongiunge Andrea Pirlo, appena promesso sulla panchina della Juve, a Rino Gattuso, la sua scorta calcistica durante i tanti anni vissuti insieme nel Milan berlusconiano, guidati entrambi dalle mani esperte di Ancelotti e Allegri. Rino, che oggi ottiene a dispetto dell’eliminazione in Champions, il riconoscimento pubblico di Setien, il tecnico del Barcellona, e quello affettuoso e solenne di Messi (abbraccio finale), fu scelto dalla coppia Fassone-Mirabelli per guidare la primavera all’alba di una stagione colma di eccellenti propositi e grandi acquisti. Non avevano molta fiducia in Montella, scelto dalla precedente gestione, che pure avevano appena confermato al ritorno da un viaggio commerciale in Sardegna, e prepararono la successione in modo silenzioso e strisciante. È vero: Gattuso era più strutturato di Pirlo, aveva uno staff collaudato ma le esperienze vissute (in Grecia, una brevissima a Palermo e infine quella di Pisa) non furono tali da lasciar prevedere lo sviluppo di carriera che sta realizzando sotto i nostri occhi interessati. Per convincere i cinesi al ribaltone, il ds dell’epoca arrivò al punto da minacciare le dimissioni. Gattuso ha dimostrato doti impreviste: il suo addio dal Milan giunto a 1 punto dalla Champions, fu giudicato poi un errore. Con Andrea Pirlo è andata esattamente così. Quando è stato ufficialmente arruolato per l’under 23, sapeva perfettamente che la Juve sarebbe diventata la sua destinazione finale: Sarri era già fuori dai cancelli".