MN - Genoa, Andreazzoli: "Giusti i rigori fischiati. Paquetà? Non l'ho visto"

05.10.2019 23:42 di Thomas Rolfi Twitter:    Vedi letture
Fonte: dallo stadio Ferraris di Genova, Thomas Rolfi
© foto di www.imagephotoagency.it
MN - Genoa, Andreazzoli: "Giusti i rigori fischiati. Paquetà? Non l'ho visto"

Aurelio Andreazzoli, allenatore del Genoa, ha parlato in conferenza stampa nel post partita della sfida contro il Milan: "Credo che sia un fatto che abbiamo ritrovato la squadra. E' un fatto apprezzato e riconosciuto da tutti. La partita credo che abbia preso la fisionomia che tutti speravamo prendesse in sede di presentazione. Io ero certo che i ragazzi avrebbero fatto questa gara, lo avevo capito da tutta la settimana. All'interno di una gara, però, oltre a cuore, applicazione e tattica, gli episodi sono quelli che fanno pendere il tutto da una parte e dall'altra. Mi riferisco alle tante occasioni non sfruttate. Alla fine del primo tempo ho fatto i complimenti ai ragazzi e ho chiesto loro di fare qualcosina di più per portare a casa il risultato. Abbiamo impedito al Milan di avere il controllo della gara, soprattutto nel primo tempo. Abbiamo fatto una scelta da bambini sul primo gol e poi abbiamo pagato sul rigore. Non abbiamo concesso niente al Milan, non concedendo campo al Milan. I ragazzi sono stati stupendi. Il risultato ci scassa un po' i cosiddetti, però. Perdere un calciatore come Criscito, il nostro capitano, dopo 10 minuti di partita è stato un danno non da poco. Biraschi è stato bravissimo, nonostante sia entrato a freddo. E' stato sfortunato in occasione del fallo di mano, che c'era. E' pesante l'espulsione, doppio danno. Romero era in diffida, quindi sarà squalificato. Episodi arbitrali? Io non parlo del lavoro degli arbitri, sono troppo rispettoso del lavoro degli arbitri, che è difficilissimo. Ora fortunatamente sono aiutati dalla tecnologia. I calci di rigore c'erano tutti e due, li ho rivisti. Paquetà ha cambiato la partita? Non l'ho nemmeno visto Paquetà. In quei due minuti è successo di tutto. In dieci non l'ho mai visto, non ci ha creato nessun problema. Magari rivedendola posso rendermi conto che ci ha creato dei problemi. Qualcuno ventilava l'ipotesi che la squadra fosse contro di me, non commento nemmeno questa cazzata completa. Lasciamo parlare chi vuol fare un polverone, che tanto poi torna addosso a chi lo solleva. E' un argomento che mi interessa zero. Pandev inserito prima? C'era quella necessità lì, però volevamo dare un po' di freschezza davanti e con Favilli l'abbiamo avuta. Poi ti rimane un cambio, con la necessità di valutare quando farlo, per non rischiare di rimanere in nove. Visto che non è successo niente, a posteriori, sarebbe stato meglio metterlo prima. Se ho sentito il presidente? Facciamo le domande dirette, chiedetemi se mi ha esonerato o meno. Non l'ho sentito, lo sentirò più tardi e commenterò come facciamo quasi tutte le sere. Non ho avuto il tempo materiale per sentirlo. Schone? Io ho fatto i complimenti ai ragazzi, ho detto loro: 'Bravi, grazie. Questa è la gara che volevo da voi'. Dovevamo fare 50 minuti più forti di quelli fatti a inizio gara per poter battere il Milan'. Gli episodi hanno determinato questa gara".