Costacurta: "Il calcio è cambiato: oggi per i difensori impostare conta come marcare"

04.07.2020 13:16 di Salvatore Trovato   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Costacurta: "Il calcio è cambiato: oggi per i difensori impostare conta come marcare"

Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, l’ex rossonero Alessandro "Billy" Costacurta ha parlato di come è cambiato il ruolo del difensore negli anni: "Gli allenatori cercano difensori propositivi, che non significa che siano scarsi nella distruzione della manovra avversaria ma che tra le loro qualità principali ce ne sono altre. Bonucci è favoloso nell’impostazione, meno nella fase difensiva, ma è uno dei pochissimi difensori della A che giocherebbe in qualunque club del mondo. Chiellini ha sicuramente meno qualità tecniche, ma resta il miglior difensore d’Europa. Il livello di tattica individuale dei giocatori è calato e al contempo gli allenatori stanno provando a fare un gol in più degli avversari e non a prenderne uno in meno. Il risultato di tutto questo è che in Italia si segna più che in passato. Il calcio è cambiato, ai miei tempi con i compagni c’era la gara a chi faceva più anticipi, adesso i difensori sono più preoccupati dall’evitare un tunnel, come fosse un’onta. È un approccio diverso".