MN - Barberis (capogruppo PD): "Vogliamo trovare un punto d'incontro con i club sulla questione stadio"

18.09.2019 18:38 di Pietro Mazzara Twitter:    Vedi letture
Fonte: da Palazzo Marino, Antonio Vitiello
MN - Barberis (capogruppo PD): "Vogliamo trovare un punto d'incontro con i club sulla questione stadio"

Filippo Barberis, capogruppo del PD al Comune di Milano, è intervenuto in sala stampa dopo l’incontro con Milan e Inter relativo alla situazione dello stadio: “Abbiamo posto alle squadre una serie di quesiti, che vedremo se troveranno risposte nel dossier di sintesi o se richiederanno altri approfondimenti. Per la prima volta abbiamo ricevuto numeri e dati delle due ipotesi, ovvero ristrutturazione piuttosto che abbattimento e riqualificazione dell’intera area. I dati che ci hanno portato le squadre sono dei dati, sul fronte della ristrutturazione sono molto impegnativi, perché richiedono una lunga sospensione del gioco, almeno per quattro anni. Chiedono una modifica di quella che è la formologia di San Siro, che sarebbe diverso da quello attuale così come i posti, che sarebbero di meno rispetto all’attuale capienza, anche inferiori a quelli previsti al nuovo stadio che sarebbe rigenerato dalla ricostruzione. Noi abbiamo chiesto di vedere e capire perché questa era la proposta di ristrutturazione e capire se è l’unica proposta di ristrutturazione possibile, e capire come sono arrivati a questa proposta. Abbiamo chiesto di avere dei dati il più possibile precisi sulla tenuta economica dell’operazione. Avere delle garanzie di accessibilità economica alla nuova struttura, che avrebbe circa 20 mila posti in mano, e alle relative tariffe che verrebbero applicate. E abbiamo chiesto di conoscere come mai siano stati scartati altri progetti rispetto a quelli rimasti in gara. Tutto questo è avvenuto nel solco della massima disponibilità a collaborare. Si parte su posizioni diverse relative all’abbattimento, perché abbiamo sempre detto che avremmo preferito la ristrutturazione dello stadio, loro ci hanno presentato una chiara volontà di procedere all’abbattimento e alla riqualificazione, sicuramente non è in discussione la necessità di dare il massimo per riqualificare la zona, perché non siamo soddisfatti di come è oggi l’area di San Siro e il massimo riconoscimento delle squadre. Milan e Inter sono due delle ragioni per le quali la città di Milano è conosciuta nel mondo. Va trovato un punto d’equilibrio e lo faremo il più possibile fondando le scelte nel bene della città e lo si farà dentro le commissioni che inizieranno già la prossima settimana”.