Pioli a MTV: "Vogliamo dare seguito alle vittorie ottenute. Mi aspetto un Toro ferito"

27.01.2020 18:58 di Pietro Mazzara Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Pioli a MTV: "Vogliamo dare seguito alle vittorie ottenute. Mi aspetto un Toro ferito"

Queste le parole di Stefano Pioli a Milan Tv alla vigilia di Milan-Torino: “La squadra sta bene. Mentalmente a seguito delle vittorie, che aiutano a trovare fiducia nei nostri mezzi. E sta bene anche fisicamente, pur avendo avuto delle settimane corte. Devo valutare bene chi ha recuperato a pieno per mandare in campo la miglior formazione possibile”

Che Torino si aspetta domani sera?
“Arriverà un Torino ferito e che vorrà dimostrare di essere la buonissima squadra che è. Ha avuto una caduta pesante, ma un passo falso può capitare a chiunque. Ma la stessa determinazione dobbiamo averla anche noi per far sì che il nostro periodo positivo continui”.

Siamo alla svolta della stagione?
“La svolta della stagione deve essere sempre la prossima partita. Dobbiamo assolutamente ragionare così, perché la prossima gara è sempre la più importante. Non dobbiamo perdere energie su cose che non possiamo decidere e determinare”.

Qualcuno ha iniziato a parlare di “effetto Pioli”…
"La squadra, nei momenti, difficili ha saputo mantenuto attenzione e disponibilità. Sappiamo e vogliamo continuare a migliorare. È il lavoro di un gruppo. I risultati sono positivi, ma possiamo essere più padroni del gioco ed efficaci in entrambe le fasi di gioco. Ci sono ancora possibilità che la seconda fase della stagione sia positiva".

Donnarumma ha ottenuto 8 clean sheet. Un segnale di solidità della squadra?
"Le due fasi di gioco comprendono tutti gli undici giocatori in campo. Non puoi fare la fase difensiva con giocatori che stanno a guardare e che non lavorano. Gigio ci sta dando una grande mano, ma dobbiamo fare in modo che non si metta così in risalto diventando ancora più solidi dietro perché, nelle ultime gare, abbiamo concesso qualcosa di troppo".

Rebic ha una media di un gol ogni 84 minuti
“Ante è tornato dalla sosta natalizia più motivato e determinato. È stato molto bravo a farsi trovare pronto. Tutti devono lavorare per mostrare le loro qualità quando verranno chiamati in causa”.

Anche domani sera ci saranno tanti tifosi allo stadio. Un segnale?
“I nostri sono tifosi fantastici. Non hanno mai fatto mancare il loro sostegno e la loro passione. È bello giocare davanti a loro e speriamo di toglierci delle belle soddisfazioni tutti insieme, anche perché ci hanno sostenuti in un momento non particolarmente semplice”.

Un suo ricordo di Kobe Bryant?
“una tragedia che mi ha colpito. Kobe è stato uno dei più grandi giocatori di basket della storia, ma è stato un’icona. Trasmetteva sempre quella felicità di fare il proprio sport accompagnata alla massima determinazione. Racchiudeva una filosofia di vita e di sport impressionante. Sono appassionato di basket ed è stato uno choc. È un peccato che se ne sia andato così presto”.