acmilan - #tbt: gli uomini del 23 maggio

23.05.2020 20:30 di Enrico Ferrazzi Twitter:    Vedi letture
Fonte: acmilan.com
© foto di Filippo Gabutti
acmilan - #tbt: gli uomini del 23 maggio

Tra il 1968 e il 2007, il Milan ha vinto cinque Finali nello stesso giorno: tre nelle coppe europee, una finale Scudetto e uno spareggio Uefa. Tutte il 23 maggio. Con un protagonista diverso di volta in volta. Il primo è Kurt Hamrin, lo svedese che il 23 maggio 1968 segna i due gol rossoneri nella Finale di Coppa delle Coppe contro l'Amburgo a Rotterdam.

Il Paron Rocco lo aveva già allenato negli anni Cinquanta a Padova, dove aveva risolto i suoi problemi ortopedici con una speciale soletta. Lo volle al Milan nell'estate 1967 e "Uccellino" Hamrin lo ripagò alla grande. Esattamente 19 anni dopo, il 23 maggio 1987, Daniele Massaro, nel giorno del suo compleanno, siglò la rete decisiva nello spareggio di Torino contro la Sampdoria per la qualificazione Uefa del Milan.

Passano altri tre anni e il 23 maggio 1990 ecco il Milan campione d'Europa per la quarta volta nella sua storia. Sono le piume al gel di Frank Rijkaard a scattare verso la porta del Benfica per segnare la rete decisiva nella Finale di Vienna. Uomo dai gol pesanti, Frank avrebbe poi firmato una doppietta nei mesi successivi nella Finale mondiale di Tokyo contro l'Olimpia Asuncion.

L'ultimo 23 maggio d'oro dello scorso millennio è quello di Perugia: il tedesco Oliver Bierhoff realizza di testa la rete decisiva per lo Scudetto milanista numero 16. Non con la palla alta ma con tanto tempismo è stato invece Pippo Inzaghi, il 23 maggio 2007, a segnare la doppietta che per ogni tifoso rossonero ha fissato un principio valido ancora oggi: "Dopo Istanbul, c'è sempre Atene...".