Garlando: "Piatek avvisa Lukaku. Un derby trampolino"

16.09.2019 15:00 di Enrico Ferrazzi Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Garlando: "Piatek avvisa Lukaku. Un derby trampolino"

Sulle colonne della Gazzetta dello Sport, Luigi Garlando ha parlato così del prossimo derby di Milano e della sfida a distanza tra Piatek e Lukaku: "Più che la mano di Giampaolo si è vista quella di Gunter sul pallone e al Milan è bastato per battere il Verona. Rigore di Piatek, che si è sbloccato e affronterà Lukaku con le pistole fumanti. Il Diavolo può progettare così il derby casalingo dell’aggancio. Ma è stata una faticaccia. Al 96’ Calabria, espulso, ha rischiato il rigore. Donnarumma è stato salvato dal palo. Una battaglia paradossalmente complicata dall’espulsione di Stepinski al 21’ perché il Verona si è chiuso a riccio e il Milan ha cominciato a sbatterci contro. Il palo di Calabria è il primo tiro in porta dei rossoneri, al 57’. Di giocolieri capaci di risolvere con una giocata di alta qualità, Giampaolo ne ha pochini. La Roma, per dire, abbonda. Si è appena aggiunto Mkhitaryan. Grazie ai nuovi (Lukaku, Sensi...) l’Inter si è arrampicata in vetta. Ieri Giampaolo aveva tutto il mercato in panca. Poi è entrato Rebic, che non ha lasciato l’impressione di Kakà a Cesena. Paquetà ha deluso da trequartista, spaesato. Ma qual è il suo ruolo? I grandi se lo trovano da soli in campo. Questo è il materiale. Tocca al gioco di Giampaolo farlo lievitare. Gli scaramantici ricorderanno che fu proprio un 1-0 a Verona ad accendere il primo Milan di Sacchi. Sì, però lì il migliore fu un neo-acquisto di nome Gullit. Ed era la sesta giornata. Ora solo la terza. Giampaolo merita fiducia e pazienza. I risultati aiutano. Il Diavolo proverà a tuffarsi sul derby come fosse il trampolino della svolta".