Maldini: "Nei primi anni la carica emotiva dei big match mi ha un pochino limitato"

28.11.2022 11:36 di Nicholas Reitano  Twitter:    vedi letture
Maldini: "Nei primi anni la carica emotiva dei big match mi ha un pochino limitato"
MilanNews.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Paolo Maldini, che ha il record di presenze nella stracittadina di Milano, 56 presenze ed un gol, parla così del Derby della Madonnina ai microfoni di Milan TV per il format "On the Pitch": “È bello, piacevole (riferendosi al record, ndr). Avendo giocato più partite di tutti nel Milan è anche normale, sarei dovuto rimanere infortunato parecchie volte per non avere questo record. Il Derby e altre partite come Milan-Juve o al suo tempo Milan-Napoli potevano darti una carica emotiva diversa. Questa carica emotiva, soprattutto nei primi anni, mi ha un pochino limitato. Mi ricordo che nei primi 2-3 derby non sono riuscito a fare una partita di alto livello. Poi una volta abituatomi a quel tipo di stress è diventata la partita che aspettavo di più. Alla fine viviamo per vivere quelle emozioni”.

Sull’unico gol segnato contro l’Inter: "Volevo tirare ma non pensavo di metterla all’angolino. Era una palla difficile di Donadoni, ero quasi dentro l’area e da lì avevo poche cose da fare. A volte una cosa magari più istintiva può sorprendere anche il portiere e così è stato. Essendo un difensore non sono mai stato così attratto dal dover per forza far gol. Certo, è la sensazione più bella dopo quella di vincere un titolo ma non è mai stata una fissazione per me. Ho sempre cercato di intendere il mio ruolo come quello di difensore".