Corsera - Donnarumma, il braccio di ferro tra Raiola e il Milan è iniziato: l’intesa può essere trovata a metà strada

17.09.2020 10:00 di Pietro Andrigo   Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Corsera - Donnarumma, il braccio di ferro tra Raiola e il Milan è iniziato: l’intesa può essere trovata a metà strada

Una partita alla volta, questo è l’attuale comandamento del Milan: prima quella prioritaria sul campo dello Shamrock Rovers questa sera poi un match altrettanto importante dietro la scrivania, quello relativo al rinnovo di Gianluigi Donnarumma. Entrambe le sfide, senza dubbio, nascondono insidie ma il Milan sa di potersi giocare le sue carte con maestria e astuzia. In questo senso, secondo quanto riporta il Corriere della Sera, la partita per il rinnovo di Donnarumma è legata alle insidie dei preliminari: se i rossoneri non dovessero accedere ai gironi di Europa League, potrebbero esser costretti a una cessione importante e il nome di Donnarumma potrebbe essere tra i papabili. La sfida per il rinnovo sarà autunnale ma entrambi gli attori protagonisti si stanno già scaldando per concludere la trattativa a condizioni egualmente vantaggiose.

DIFFICILE MA FATTIBILE - Guardando la partita dalla prospettiva rossonera, senza dubbio la sfida che li vedrà fronteggiare l’entouarge di Donnarumma sarà difficile ma fattibile. Il Milan, secondo il Corriere della Sera, potrà contare sull’inimitabile assist della volontà del giocatore: Gigio, infatti, vuole restare in rossonero e questa sua dichiarata volontà potrebbe andare a vantaggio del club. La richiesta dell’aumento tuttavia, secondo il Corriere della Sera, è volontà concordata tra lo stesso portiere e il suo agente e questo rappresenta l’inevitabile insidia, specie per un club come il Milan che ha stabilito una precisa politica sul fronte ingaggi. Il compromesso può essere trovato a metà strada.

A META’ STRADA - Come in qualsiasi trattativa che si rispetti le parti in causa hanno visioni differenti ma per giungere ad una conclusione deve essere trovato il famoso sentiero della “metà strada”. Appurato che le prime richieste del giocatore dovrebbero prevedere un corposo aumento, la risposta rossonera potrebbe attestarsi circa a metà tra l’attuale ingaggio di Donnarumma e la possibile pretesa del procuratore: una cifra attestabile, quindi, tra i 7 e gli 8 milioni di euro a stagione. Questi, quindi, potrebbero essere i numeri del prossimo contratto di Donnarumma secondo il Corriere della Sera, una cifra importante ma che rappresenterebbe il compromesso per vedere Donnarumma ancora vestito di rossonero.