CorSera (ed. Milano) - Nuovo San Siro, il sì della Giunta somiglia tanto a un no: Milan e Inter amareggiate

09.11.2019 11:59 di Salvatore Trovato   Vedi letture
© foto di PhotoViews
CorSera (ed. Milano) - Nuovo San Siro, il sì della Giunta somiglia tanto a un no: Milan e Inter amareggiate

Poteva essere il giorno del via libera decisivo, invece, come evidenzia l’edizione milanese del Corriere della Sera, siamo quasi da capo. Si parla, ovviamente, della questione stadio, dopo il parere - favorevole ma non troppo - della Giunta in merito al progetto presentato da Milan e Inter. Nella delibera, infatti, la dichiarazione di pubblico interesse del nuovo San Siro è accompagnata dalla richiesta di presentare uno "studio di fattibilità aggiornato".

LE DUE CONDIZIONI - In altre parole, un nuovo progetto che rispetti determinati paletti. Una doccia fredda per Milan e Inter: "Ci hanno detto sì, ma è un sì che assomiglia tanto a un no", è la sintesi, amarissima, che filtra dalle due società. La Giunta, dunque, non arretra di un millimetro rispetto alle condizioni imposte dal Consiglio comunale e invita i club a rispettare le volumetrie fissate dal Pgt e presentare un progetto per "rifunzionalizzare" l’attuale San Siro, mantenendone la vocazione sportiva.

PIANO B - "Milan e Inter si riservano di analizzare nel dettaglio l’atto e valutare se le condizioni poste siano compatibili con la fattibilità e la sostenibilità economica del progetto". Con queste poche righe, le due società hanno sostanzialmente rinviato ogni decisione. Si valuta l’ormai famoso piano B, ovvero la migrazione cioè verso Sesto San Giovanni. Opzione tutt’altro che da scartare, soprattutto alla luce degli ultimi sviluppi.