CorSera - Milan, al Tas i tempi si allungano: niente procedura d’urgenza, l'Europa League è salva. Si cerca un accordo con l'UEFA

13.06.2019 10:00 di Enrico Ferrazzi Twitter:    Vedi letture
CorSera - Milan, al Tas i tempi si allungano: niente procedura d’urgenza, l'Europa League è salva. Si cerca un accordo con l'UEFA

Mentre si sta completando il nuovo organigramma rossonero e si chiudono anche i primi colpi di mercato (Krunic), in via Aldo Rossi si continua a pensare pure al Fair Play Finanziario e alle sanzioni dell'UEFA per il triennio 2014-17, per le quali il Milan ha presentato ricorso al Tas. Fino a quando non arriverà la decisione di Losanna, l'UEFA ha comunicato di non esprimersi sul triennio 2015-18 e dunque per ora la partecipazione dei rossoneri alla prossima Europa League è salva. 

TEMPI LUNGHI - Lo riferisce il Corriere della Sera che spiega che almeno fino al 14 agosto non è in programma nessuna udienza al Tas che vede coinvolto Milan e UEFA. Dal club milanista, filtra poi che non c'è nemmeno l'intenzione di chiedere la procedura d'urgenza e quindi i tempi si allungano. In questo scenario, i rossoneri giocherebbero regolarmente l'Europa League e posticiperebbero il problema. 

SI CERCA UN ACCORDO - All'interno del Milan e anche dell'UEFA, sempre secondo il Corriere della Sera, continua a essere forte la convinzione dell’opportunità di un "accordo" omnicomprensivo, che potrebbe anche essere portato al Tas che dovrebbe solo ratificarlo. Il problema è che si tratterebbe di una sorta di beffa per la Camera giudicante Uefa che ha sospeso il giudizio sulle violazioni del 2015-2018 proprio subordinandolo al pronunciamento del Tas sul triennio precedente. Senza accordo, il club di via Aldo Rossi è pronto al tutto per tutto perchè se per caso il Tas dovesse confermare la sanzione (multa di 12 milioni più esclusione dalle Coppe nel 2021 in caso di mancato pareggio di bilancio), l'UEFA potrebbe avere poi la mano più pesante in merito al triennio 2015-18 e magari mettere in pericolo l'eventuale partecipazione del Milan alla Champions League.