CorSera - Milan e Inter, il nuovo stadio sarà semi-interrato e senza barriere architettoniche. Contattati sei studi internazionali di architettura

19.07.2019 10:00 di Enrico Ferrazzi Twitter:    Vedi letture
CorSera - Milan e Inter, il nuovo stadio sarà semi-interrato e senza barriere architettoniche. Contattati sei studi internazionali di architettura

Milan e Inter sono passati nei giorni scorsi dalle parole ai fatti e hanno presentato in Comune il progetto di fattibilità per la costruzione di un nuovo stadio: rossoneri e nerazzurri vogliono un impianto moderno e funzionale per aumentare i ricavi delle due società, la cui idea è quella di proporre diverse "esperienze" per diversi tifosi e diverse tasche (saranno previste aree per famiglie, per bambini e anche una zona con posti solo in piedi per il tifo più caldo).

COMUNE DA CONVINCERE - A riferirlo è l'edizione odierna del Corriere della Sera che ricorda che il nuovo stadio avrà intorno un’area completamente nuova. Milan e Inter vogliono far capire agli esponenti di Palazzo Marino che oggi San Siro non rende nemmeno al Comune, che incassa 9 milioni di euro di affitto, ma solo di manutenzione ne spende 10. Con il nuovo impianto, invece, non ci sarà perdita patrimoniale perché le società avranno il diritto di superficie per 90 anni ma la proprietà poi tornerà al Comune e tutta la zona sarà rivalutata. 

CASTING ARCHITETTI - Il nuovo stadio di Milan e Inter, sempre secondo quanto riporta il Corriere della Sera, sarà completamente privo di barriere architettoniche, semi-interrato (7 metri sotto terra) e si innalzerà per soli 30 metri rispetto ai 68 attuali, così da avere un impatto minore e una netta riduzione dell’inquinamento acustico. In attesa del giudizio del Comune di Milano sul progetto che è stato presentato qualche giorno fa, i due club hanno già contattato sei studi internazionali di architettura, che verranno valutati nel mese di agosto.