CorSera - Milan-Inter, primo via libera per lo stadio ma con dei paletti: riserve su conti, impatto ambientale e volumetrie

16.10.2019 10:00 di Enrico Ferrazzi Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
CorSera - Milan-Inter, primo via libera per lo stadio ma con dei paletti: riserve su conti, impatto ambientale e volumetrie

Milan e Inter hanno incassato ieri il primo via libera per la costruzione del nuovo stadio: a darlo è stata la Conferenza dei servizi, cioè l’insieme di tutti i soggetti pubblici interessati a una trasformazione urbanistica e chiamati a dare il loro parere sulla fattibilità dell’operazione. Si tratta di un sì tecnico in attesa di quello politico, con il Comune di Milano che dovrà dire nelle prossime settimane se il progetto è o meno di interesse pubblico. 

VOLUMETRIE - Lo riferisce questa mattina l'edizione milanese del Corriere della Sera che spiega che dalla Conferenza dei servizi è arrivato un via libera con però qualche riserva: il settore Urbanistica, per esempio, sottolinea come le volumetrie del progetto eccedano quelle previste dal Pgt (0,63 contro 0,35) e che vengano calcolate anche sulla superficie dello stadio esistente. Servirà poi anche l'ok dell’Ats, cioè l’azienda territoriale sanitaria, che condiziona il suo sì a due requisiti cruciali: il futuro impianto deve essere destinato solo a eventi sportivi per prevenire l’inquinamento acustico e soprattutto si deve rivalutare il mantenimento dell’attuale impianto per tutelare la popolazione da impatti negativi derivanti dalla demolizione del Meazza.

CANTIERI E COSTI - Un terzo alert è relativo invece ai futuri volumi di traffico, per i quali si raccomandano nuove opere infrastrutturali, così come ci sono dei dubbi sui cantieri: serviranno infatti una serie di misure capaci di attenuare l’impatto delle emissioni, come per esempio una regolare bagnatura delle piste, barriere antipolvere e persino il lavaggio delle ruote di ogni mezzo in uscita dai cantieri, oltre al regolare spazzamento della viabilità ordinaria. Punti di domanda, infine, anche sulla quantificazione finanziaria delle bonifiche e sui costi per la costruzione del nuovo stadio: prendendo in esame 29 nuovi stadi di ultima generazione, la media del costo di realizzazione per posto a sedere è infatti di 3.600 euro, mentre il futuro impianto di Milano avrebbe un parametro di 8.400 euro.