FOCUS MN - Amine Adli, il miglior giocatore della Ligue 2 nel mirino del Milan

16.06.2021 20:00 di Redazione MilanNews Twitter:    vedi letture
FOCUS MN - Amine Adli, il miglior giocatore della Ligue 2 nel mirino del Milan
MilanNews.it

Tra riscatti, trattative e valutazioni la dirigenza rossonera sta lavorando, giorno dopo giorno, per rinforzare la rosa. Tra profili esperti e giovani interessanti, il Milan continua con decisione il progetto rossonero fatto di un mix di giocatori di esperienza internazionale e grandi prospetti. In quest'ultima categoria, in particolare, rientra il talento Amine Adli. Giovane attaccante del Tolosa, è stato votato come miglior giocatore della Ligue 2 e il Milan lo ha scelto come rinforzo per il reparto offensivo rossonero. La dirigenza del club di Via Aldo Rossi, negli ultimi giorni,  ha avanzato un'offerta di 5 milioni più bonus per il giocatore  e attende fiducioso la risposta del Tolosa. Nel frattempo andiamo a conoscere un po' meglio questo giovane talento.

AMINE ADLI - Nato a Eu (Seine-Maritime) il 10 maggio del 2000, il franco marocchino è cresciuto nel settore giovanile del Tolosa. Ha esordito in prima squadra in Coupe de la Ligue il 18 dicembre 2019 contro il Lione, non trovando però spazio in Ligue 1 (solo 4 presenze per un totale di 42 minuti di gioco). Adli però è sempre stato considerato un grande talento del calcio francese, ed era solo questione di tempo prima che trovasse spazio tra i professionisti. E infatti nel 2019 l'allora tecnico del Tolosa Alain Casanova parlava così di Amine: "Farà parte della prima squadra della prossima stagione (questa, ndr). È versatile, può giocare da ala o fantasista/trequartista. Le sue qualità? Il suo primo tocco, il cambio di ritmo, l’abilità nel gestire la palla e la sua ottima mentalità. Dal punto di vista fisico deve ancora crescere". E infatti in questa stagione Adli si consacra fra i grandi guidando il Tolosa fino ai play off di Ligue 2. Ma non è stato tutto così semplice: nel primo match di campionato l'allenatore lo schiera addirittura da mezz'ala offensiva, una scelta che penalizzerà il giocatore. Infatti finirà in panchina per la seconda giornata, per poi subentrare e servire il primo dei 7 assist forniti in campionato. Dopo essere stato espulso per un intervento pericoloso nella quarta giornata di Ligue 2 Adli torna alla ribalta nel match contro il Valenciennes con una doppietta, la prima tra i professionisti. Il franco marocchino viene schierato da seconda punta/fantasista nel nuovo schieramento del Tolosa: con questa nuova posizione emergono tutte le sue qualità: velocità, estro, dribbling, visione di gioco. Il numero 21 entra di prepotenza nella formazione titolare e non ne uscirà più. Durante il mercato invernale viene chiesto con insistenza dal Marsiglia, ma il giovane talento decide di rimanere ancora al Tolosa e guida la squadra verso i play off per la Ligue 1. Lo score di fine campionato recita questo: 33 presenze (2519 minuti), 8 gol e 7 assist, numeri che gli sono valsi il riconoscimento di miglior giocatore del torneo, premio deciso dai calciatori stessi. Un grande attestato di stima da parte dei suoi colleghi.

CARATTERISTICHE - Adli ha iniziato la sua carriera come esterno offensivo, trovando continuità sulla fascia destra: ama rientrare sul piede sinistro per puntare l'avversario o cercare l'assist vincente per il compagno. Dopo aver esordito tra i professionisti il gioco del franco marocchino si è accentrato: come già accennato è stato schierato da seconda punta, ma l'allenatore ha dato grande libertà al classe 2000. Amine ha avuto la possibilità di svariare su tutto il fronte d'attacco per sfruttare al meglio le sue grandi doti tecniche e fisiche. Il numero 21 del Tolosa è rapidissimo palla al piede, ha un ottimo scatto e un controllo di palla in velocità davvero impossibile da non notare. Kilian Corredor, suo compagno nel Tolosa U19, ne parlava così: “È un giocatore frenetico. È mancino e di fronte alla porta è un killer. È in grado di fare passaggi incredibili che illuminano il gioco. Inoltre, fuori dal campo è un ragazzo molto umile". Nonostante la grande qualità tecnica che ha disposizione Adli è tutt'altro che innamorato del pallone: è un giocatore che ama lavorare per la squadra e cerca sempre di mettere i compagni in condizione di far gol. Ama tornare a prendere palla sulla trequarti e cercare lo spazio giusto in cui servire l'attaccante. È molto agile e capace nel dribbling, è alto 1,78m ma fisicamente deve ancora svilupparsi completamente: in Ligue 2 essere così "leggero" non è un problema, ma dovrà crescere per reggere l'urto in campionati più fisici e competitivi. È un giocatore che ama la verticalità e non disdegna neanche il tiro da fuori: la rete da più di trenta metri alla tredicesima giornata contro il Nancy ne è la dimostrazione. 

PROFILO GIUSTO - Andando in scadenza nel 2022 il costo non sarà sicuramente esorbitante, quindi rientra perfettamente nei parametri dettati da Elliott. Il Milan poi sonda sempre con attenzione il mercato della Ligue 2 con il suo caposcout Moncada, come dimostrato già in inverno con Manu Koné, anche lui giovane talento del Tolosa. Il Milan ha dimostrato di puntare forte sul talento del Tolosa e l'offerta fatta al club francese lo conferma: ora la dirigenza rossonera aspetta la risposta della squadra della Provenza che sarà l'inevitabile ago della bilancia nel destino di uno dei più grandi prospetti del calcio transalpino.

di Manuel Del Vecchio e Pietro Andrigo.