Gazzetta - Milan, la prova più dura senza Ibra: al momento è tutto (o quasi) sulle spalle di Rebic

24.11.2020 10:00 di Salvatore Trovato   Vedi letture
© foto di Image Sport
Gazzetta - Milan, la prova più dura senza Ibra: al momento è tutto (o quasi) sulle spalle di Rebic

Con Ibrahimovic in campo è tutto più semplice, ma ora il Milan dovrà dimostrare di sapersela cavare anche senza il suo leader. L’infortunio dello svedese ha un po’ smorzato l’entusiasmo per la vittoria di Napoli, scombussolando al contempo i piani di Pioli, che ora dovrà correre ai ripari trovando le giuste contromisure.

TOUR DE FORCE - Un impegno ogni tre giorni da qui a Natale: lo scenario è più meno questo. E non è certo il massimo della vita. Ma tant’è... il calcio moderno, soprattutto ai tempi del Covid, impone ritmi forsennati e poche possibilità di sbagliare. Il Milan, come detto, dovrà affrontare le prossime sfide senza Ibra, ma in passato ha giù vissuto questa spiacevole sensazione, uscendone però piuttosto bene. La Gazzetta dello Sport, infatti, sottolinea come le precedenti assenze di Zlatan non abbiano avuto riscontri negativi in termini di risultato (due pareggi e sette vittoria).

VAI REBIC - Insomma, una squadra matura, aggrappata sì al campione di Malmö, ma in grado di viaggiare spedita anche senza il suo faro. Pioli e Bonera stanno ovviamente pensando a quale Milan schierare già con il Lille, tenendo conto che Saelemaekers (distorsione alla caviglia) ne avrà per circa due settimane ed è fuori anche Leao. Al momento, evidenzia la Gazzetta, è tutto, o quasi, sulle spalle di Rebic, con il baby Colombo come alternativa.