Ibra, questo Milan può essere la tua ultima grande conquista

14.11.2019 17:30 di Pietro Mazzara Twitter:    Vedi letture
© foto di Markus Ulmer/PhotoViews
Ibra, questo Milan può essere la tua ultima grande conquista

In maniera ciclica, ad ogni sessione di mercato, si torna a parlare del possibile ritorno di Zlatan Ibrahimovic al Milan. E la storia, ad oggi, è sempre stata la stessa con lo svedese che si è accasato altrove tranne che in rossonero. La genesi si ebbe nell’estate del 2015, quando con l’ultimo mercato importante – a livello economico – dell’era Berlusconi si parlava di un suo ritorno a Milanello in coppia con Jackson Martinez. Né l’uno né l’altro arrivarono a vestire la maglia rossonera, mentre vennero ufficializzati Carlos Bacca e Luiz Adriano. L’altro tormentone lo si ebbe un anno fa di questi tempi, quando Leonardo e Maldini ottennero il sì dello svedese al ritorno, ma poi l’operazione venne bloccata e fatta svanire nel nulla. Oggi ci risiamo, con i tifosi del Milan che stanno bombardando i social ufficiali di Zlatan con messaggi d’amore, invocandone il ritorno. L’attacco di Stefano Pioli è decisamente inceppato, con Piatek e quota 3 gol (due su rigore) e Leao a 1. Boban, Maldini e Massara, fino a 15 giorni fa, non sembravano molto avvezzi all’intervenire anche nel reparto offensivo, ponendo il focus sulla difesa. Ma oggi le carte in tavola sono cambiate e al Milan, un centravanti che possa essere titolare, serve come il pane.

L’APERTURA -  Nelle ultime ore, infatti, sono arrivati nuovi segnali di apertura da parte del club verso la pista Ibrahimovic, con un’ipotesi di lavoro su un contratto da 18 mesi che potrebbe essere ritenuto interessante sia da Ibra sia da Mino Raiola, con cui il Milan dovrà sedersi prima o poi al tavolo per i rinnovi di Gigio Donnarumma, Jack Bonaventura e Alessio Romagnoli. Il passo verrà fatto nelle prossime settimane e si sonderà concretamente la volontà di Zlatan, che sarebbe quella di continuare a giocare e di tornare in Italia, ma i rumors di mercato parlano di un Bologna che avrebbe già fatto dei sondaggi ufficiali anche grazie al rapporto che c’è tra Ibrahimovic e Mihajlovic. Ma il Milan rimane il Milan nel cuore dello svedese e questo segnale non può passare inosservato.

I DUBBI -  Dall’altro lato della barricata, ci sono i dubbi del fuoriclasse di Malmö, che nell’intervista alla Gazzetta aveva fatto intendere di nutrire delle perplessità sulla competitività della squadra e sul rischio di intaccare il ricordo che i tifosi milanisti hanno di lui. Ma Zlatan è anche uno al quale le sfide piacciono e nonostante i due anni in Major League Soccer, è ancora integro fisicamente e l’idea di poter essere colui che ha risollevato il Milan dalla crisi e gli ha dato la spinta per tornare grande, potrebbe suscitargli nuovi stimoli. Ma l’apertura di Boban è di quelle da non prendere sotto gamba.