Leao, la sua luce inizia a brillare anche nel buio: il Milan si aggrappa a Rafa

15.01.2023 19:00 di Francesco Finulli   vedi letture
Leao, la sua luce inizia a brillare anche nel buio: il Milan si aggrappa a Rafa
MilanNews.it
© foto di © DANIELE MASCOLO

Il Milan non sta vivendo un bel momento: i due gol presi nei sette minuti finali della partita contro la Roma, una settimana fa, sembrano aver aperto una falla nelle certezze della squadra rossonera che è andata in cortocircuito venendo eliminata dalla Coppa Italie e pareggiando con il Torino in rimonta dopo un pessimo primo tempo. Una delle luci in questa ombra che è calata dalle parti di Milanello si chiama Rafael Leao.

Maturità

Per un sacco di tempo, fin dal suo arrivo in rossonero, Rafael Leao è stato criticato di essere ancora un giocatore acerbo e discontinuo, poco decisivo quando serviva. Dall'anno scorso, più o meno di questi tempi, la musica è cambiata e il portoghese ha iniziato a ballare, o come direbbe lui, ha iniziato a surfare sul campo. L'anno scorso Leao è stato uno dei trascinatori verso lo Scudetto, quest'anno Rafa ha guidato i suoi nei primi mesi brillanti di campionato e ci sta mettendo delle pezze, dove può, in questa fase un po' oscura della stagione di Pioli. Ieri è stato proprio il numero 17, con un gran colpo, a riaprire la partita del Via del Mare dando il via alla rimonta, solo parzialmente riuscita, del Milan. I suoi margini di crescita sono ancora enormi e può diventare ancora più devastante ma i suoi numeri stanno cominciando a lievitare stagione dopo stagione.

Ancora meglio

Nonostante il Milan sia lontano dal sogno del bis scudetto e in un momento di grande difficoltà, Leao sta tenendo in piedi l'attacco rossonero ancora di più rispetto all'anno scorso, specialmente in questo 2023 in cui Giroud sembra essere molto affaticato e Origi e Rebic non sono pervenuti. Il suo score è migliorato anche rispetto alla fantastica stagione scorsa. In questo campionato il talento portoghese con 8 gol e 5 assist in 17 presenze ha partecipato 13 gol rossoneri, cinque in più rispetto allo stesso punto la scorsa stagione. Dopo 17 presenze in campionato infatti, Leao aveva fatto registrare l'anno scorso 4 gol e 4 assist. Leao ora è chiamato a fare un ulteriore passo in avanti e addossarsi definitivamente i gradi di leader carismatico di una squadra che, a oggi, sembra averne uno spasmodico bisogno.