Leao risponde, Paquetà resta fuori: undici gare per convincere il Milan o sarà addio

24.06.2020 20:00 di Matteo Calcagni Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Leao risponde, Paquetà resta fuori: undici gare per convincere il Milan o sarà addio

Il gol segnato da Leao in Lecce-Milan non può bastare per alterare giudizi su una stagione tutt'altro che esaltante. Resta il fatto che il portoghese, subentrato dalla panchina, è riuscito ad incidere sulla partita e sul risultato, segnando un bel gol e mostrando quella "verve" offensiva che Pioli gli aveva richiesto a chiare lettere. E' solo un primo passo, ma è bene che il classe '99 lo abbia fatto: se proseguirà in questa maniera, offrendo importanti segnali anche sul piano dell'intensità, nessuno si azzarderà a considerarlo fuori dal progetto. Il portoghese è costato 24 milioni più Tiago Djalò, un investimento che, se accompagnato da gol e prestazioni, non potrà non fiorire.

NIENTE SPAZIO PER PAQUETA' - Discorso completamente diverso per Lucas Paquetà, subentrato soltanto nel finale insieme a Lucas Biglia, un giocatore destinato all'addio a fine stagione. Il brasiliano, partito titolare contro la Juventus, è rimasto in panchina quasi per tutta la gara, tant'è che Pioli ha preferito offrire minutaggio a Saelemaekers, ritenuto più adatto ad alternarsi a Samu Castillejo. Il problema è che il brasiliano, ad oggi, è il giocatore che è stato pagato di più nell'intera rosa, e non di poco: il verdeoro è costato circa 40 milioni, 10 in più rispetto a Kessie, 15 rispetto a Conti e Romagnoli, 10 rispetto a Theo Hernandez... Il fatto che contro il Lecce abbia giocato appena una manciata di minuti, nonostante una vittoria ormai in cassaforte, rende l'idea sulle difficoltà che il brasiliano sta ancora attraversando.

UN FUTURO CHE SEMBRA SCRITTO - In attesa del rientro di Ibrahimovic, che modificherà l'assetto offensivo milanista e chiuderà ancora di più gli spazi, Paquetà dovrà cercare di vincere la concorrenza di Bonaventura, un giocatore in scadenza che, nonostante i trent'anni e le voci di mercato, sta dimostrando di essere ancora utile (vedi gol decisivo al Via del Mare). Se il brasiliano si fosse dimostrato più carico, tuttavia, avrebbe potuto facilmente convincere Pioli a puntare su di lui: questo è successo nel pre Juventus-Milan ma non in avvicinamento alla sfida di Lecce. E riferendoci a Paquetà non stiamo parlando di un giovane senza esperienza, ma di un nazionale brasiliano, protagonista al Flamengo e per questo pagato profumatamente. Se Leao sta provando a guadagnarsi la permanenza, e continuando così ne ha tutta la possibilità, il futuro del centrocampista verdeoro sembra sempre più lontano dal Milan. Già a gennaio il classe '97, dopo appena un mese di esclusioni, era stato vicino all'addio, il che potrebbe anticipare quanto accadrà nelle prossime settimane.