live mn

- Pioli: "Tanti infortuni, ci stiamo lavorando. Domani più Krunic di Diaz, Tonali sta bene"

LIVE MN - Pioli: "Tanti infortuni, ci stiamo lavorando. Domani più Krunic di Diaz, Tonali sta bene"
© foto di Stefano Fusco
sabato 6 marzo 2021, 11:51Primo Piano
di Matteo Calcagni

Tra pochi minuti Stefano Pioli parlerà in conferenza stampa da Milanello, alla vigilia dell'importante e complicata sfida del Bentegodi col Verona. Segui tutte le dichiarazioni del tecnico rossonero, sul nostro sito e sulla nostra app ufficiale.

Si parla molto del 2021 del Milan, ma la squadra ha vinto tante gare...

"E' inevitabile che se confrontiamo le due annate, i risultati sono stati inferiori, ma pensare di riuscire ad ottenere gli stessi risultati era difficile da preventivare e gli infortuni ci sono, è una stagione particolare. E' il momento di stringere i denti e cercare di vincere più partite da qui alla fine, i prossimi due mesi e mezzo decideranno le sorti di campionato ed Europa League".

Domani c'è il Verona di Juric...

"Juric sta facendo un bellissimo lavoro, anche cambiando tanti giocatori ha mantenuto una squadra offensiva e tecnica, una squadra da affrontare con grande attenzione. Ha fermato la Juve, battuto Atalanta e Napoli. Dovremo stare attenti e mettere molto movimento, sono bravi nei duelli, dovremo muoverci bene".

Come si spiega la differenza di prestazione con Roma e Udinese, è l'atteggiamento?

"E' importante analizzare due cose. Per giocare certe partite bisogna avere la possibilità di attaccare gli spazi, aspettarsi la stessa prestazione con l'Udinese, un avversario più bravo a chiudersi, è difficile trovare ritmo ed intensità. E' sbagliato parlare di atteggiamento, la squadra ha dato tutto anche contro l'Udinese, ma a livello di qualità non siamo stati quelli di Roma. Siamo orgogliosi di essere la squadra più giovane del campionato, per crescere bisogna passare anche da certe difficoltà".

Meglio guardarsi dietro adesso?

"Abbiamo sempre puntato sulle nostre prestazioni e i nostri risultati, è il nostro percorso che ci interessa. Se pensiamo soltanto di fare l'ultimo spezzo di campionato guardando i risultati degli altri sarebbe limitativo. La nostra gara è difficile ma possiamo dire la nostra, abbiamo la voglia di vincere".

Cosa ti aspetti da Leao?

"Leao deve dare il massimo in ogni singola partita, è quello che sta facendo. Con l'Udinese non ha trovato la giocata vincente, i difensori dell'Udinese hanno sempre avuto la meglio su di noi. Leao sa che deve ancora lavorare su queste situazioni, per trovare una continuità di rendimento che serve a lui e alla squadra".

Scommetterebbe sul Milan in Champions?

"Scommettiamo su noi stessi, daremo il massimo fino alla fine. Io continuo a ripetere che ci sono sette squadre molto forti, noi vogliamo andare in Champions. Se non ci riusciremo saremo delusi, quello che conta è andare avanti con fiducia e positività, poi vedremo cosa riusciremo a fare".

Come sta Romagnoli dopo la scelta di Roma?

"Ha accettato la mia scelta, non con soddisfazione, ma ha accettato la scelta con professionalità e poi si è fatto trovare pronto con l'Udinese".

A Verona c'è bisogno di qualcosa in più rispetto a Milan-Udinese?

"Siamo stati meno veloci del solito con la palla. Dobbiamo muoverci molto, il Verona cerca più i duelli e dobbiamo dare pochi punti di riferimento, se giocheremo una gara più tecnica averemo le nostre possibilità".

Quanto manca Bennacer in questo momento?

"Ha avuto due infortuni, cerchiamo di rimetterlo in campo nella miglior condizione possibile, ci sta che il ragazzo abbia timore, sta lavorando tanto per tornare al meglio. Tutti quelli che mancano sono importanti, dobbiamo credere nelle nostre qualità, abbiamo già dimostrato di giocare un ottimo calcio in situazioni difficili".

Come si spiega tutti questi infortuni?

"Ci stiamo lavorando, siamo molto attenti ai carichi di lavoro, purtroppo i tanti impegni ci hanno messo in difficoltà. E' la prima volta che abbiamo questi numeri, stiamo lavorando per diminuirli".

Cosa dire ai giocatori ora?

"Ai miei giocatori in riunione dirò che vorrei avere 30 anni in meno e che vorrei scendere in campo con loro. Non so se sarebbero contenti, ma lo spirito deve essere questo. Il risultato finale passa anche da queste situazioni, superarle insieme ci darà ancora più soddisfazione".

I tanti impegni influiscono?

"Giocare ogni tre giorni fa parte del percorso. A Roma abbiamo fatto molto bene, con l'Udinese non ci siamo riusciti ma avremo l'occasione per rifarci domani".

Il Verona vi ha messo in difficoltà...

"Col Verona abbiamo pareggiato lo scorso anno e in questo campionato. E' un avversario che ci crea difficoltà ma dovremo essere preparati".

Domani meglio Krunic o Diaz?

"Hanno caratteristiche diverse, Krunic sta bene, ha riposato mercoledì, è più probabile che giochi lui".

Pochi gol dei centrocampisti su azione, concorda?

"Fa parte del sistema di gioco, con due mediani ci sono pochi inserimenti. Fa parte della nostra costruzione di gioco. Ci manca qualche conclusione, qualche gol da fuori area, dobbiamo accorciare meglio la squadra".

Come sta Tonali?

"Sandro sta bene, sta crescendo. Ha avuto solo un affaticamento, sta bene sia mentalmente che fisicamente".

Ci saranno più spazi rispetto a contro l'Udinese?

"Sulla carta il Verona aggredisce di più, qualche spazio ci potrà essere".

Mancano i gol...

"Ci vuole qualità per segnare, ci servono anche le giocate individuale, i guizzi e gli 1vs1 possono risolvere le partite, soprattutto quando gli avversari si chiudono. Abbiamo le qualità per riuscirci, speriamo di farlo domani".

Termina qui la conferenza stampa di Stefano Pioli.