Non solo Biglia: tutto il blocco superstite della gestione cinese a rischio addio

16.05.2020 20:00 di Matteo Calcagni Twitter:    vedi letture
Non solo Biglia: tutto il blocco superstite della gestione cinese a rischio addio
MilanNews.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Antonio Donnarumma, Biglia, Conti, Musacchio, Kessie e Calhanoglu. Sono questi gli ultimi superstiti rossoneri della gestione Fassone-Mirabelli. A fine stagione ci sarà il sicuro addio di Lucas Biglia, in scadenza di contratto, ma l'argentino potrebbe non essere il solo a lasciare il Milan, anzi... La campagna acquisti dell'estate 2017 potrebbe essere quasi completamente cancellata.

ANTONIO LEGATO A GIGIO - Partiamo dalla difesa, o meglio dalla porta, dove Antonio Donnarumma ha un contratto fino al 2021 come il fratello Gigio. Con buona probabilità il suo futuro resterà legato a doppio filo a quello del classe '99: in caso di rinnovo di quest'ultimo resterà al Milan come terzo portiere, viceversa potrebbe seguire il giovane portiere in un'altra squadra.

I MALUMORI DI MUSACCHIO - Anche Musacchio ha un accordo in essere fino al 2021: l'argentino ha manifestato malumore per aver perso il posto nell'ultima stagione, prima a favore di Kjaer e poi di Gabbia. Molto dipenderà dalle scelte del nuovo tecnico, ma la sensazione è che l'ex Villareal possa trovare una nuova sistemazione senza grossi problemi.

CONTI IN BILICO, IL MILAN CERCA UN NUOVO TERZINO -  Andrea Conti è stato acquistato a peso d'oro dall'Atalanta nel 2017 (24 milioni di euro) e falcidiato da due infortuni al crociato che ne hanno condizionato l'avventura in rossonero. Il laterale bergamasco ha trovato una certa continuità in questa stagione ma le sue prestazioni non sono state sempre all'altezza, tanto che il Milan starebbe sondando il mercato dei terzini destri. A differenza di Calabria, che in caso di cessione porterebbe una plusvalenza pura, Conti dovrebbe essere ceduto ad almeno 10 milioni per non generare una minusvalenza. E in questo momento non è facile pensare che un club possa investire tale cifra, a meno che non si studi un'operazione pluriennale in stile Caldara.

COSA FARE CON KESSIE? - Dando per assodato l'addio di Biglia, gli ultimi centrocampisti rimasti della "parentesi" Li Yonghong sono Franck Kessie e Hakan Calhanoglu. L'andamento in rossonero dell'ivoriano è andato peggiorando nel corso del tempo: discreto nel 2017/18, altalenante nel 2018/19, insufficiente nel 2019/20. Il classe '96 potrebbe comunque avere delle richieste, soprattutto in Premier, tant'è che il Milan potrebbe ancora monetizzare grazie alla sua cessione. Non è da escludere che Rangnick possa scegliere di rilanciare l'ivoriano, ma la sensazione è che si andrà su nuovi profili.

IL "PUPILLO" CON UN ANNO DI CONTRATTO - Hakan Calhanoglu, tra tutti i citati, è il calciatore con più chances di restare: Rangnick lo avrebbe voluto già a gennaio 2019 quando era alla guida del Lipsia. Gli unici dubbi sono legati al contratto del turco, in scadenza a giugno 2021: servirà un rinnovo, teoricamente a cifre al ribasso rispetto a quelle attuali (2.5 milioni di euro annui).