Nuovo stadio, avanti tutta: sciolto il nodo delle volumetrie, ecco i prossimi passi

24.06.2020 14:00 di Enrico Ferrazzi Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Nuovo stadio, avanti tutta: sciolto il nodo delle volumetrie, ecco i prossimi passi

L'ostacolo più complicato sta per essere superato, anche se la strada per la costruzione del nuovo stadio di Milan e Inter resta comunque ancora molto lunga: i due club e il Comune di Milano sono infatti ad un passo dall'accordo sulle volumetrie commerciali e nei prossimi giorni sarà presentato il rinnovato studio di fattibilità e un piano economico finanziario con un ridotto indice volumetrico pari a 0,51 (è una via di mezzo tra lo 0,63 richiesto inizialmente delle due società e lo 0,35 previsto dal Pgt). 

PROSSIMI PASSI - L'edizione odierna della Gazzetta dello Sport, oltre a parlare dell'incontro che c'è stato ieri tra l’a.d. Corporate dell’Inter Antonello, il presidente del Milan Scaroni, gli assessori Guaineri e Maran e il dg del Comune Malangone che è servito per limare gli ultimi dettagli sulle volumetrie, rivela anche quali saranno ora i prossimi passi: Palazzo Marino dovrà infatti ora fare le nuove verifiche tecniche sul progetto, mentre poi ci dovrà essere il voto del Consiglio comunale e il passaggio in Regione per la parte commerciale. 

PROGETTO VINCITORE - Milan e Inter, nel frattempo, dovranno scegliere il progetto vincente tra i due finalisti: in corsa ci sono ancora la Cattedrale di Populous e gli Anelli di Milano di Manica-Sportium. La decisione finale dovrebbe arrivare tra luglio e agosto. L'obiettivo di rossoneri e nerazzurri, che durante il lockdown hanno lavorato duramente per cercare di risolvere i vari problemi che erano emersi, è sempre lo stesso, cioè giocare la prima partita nel 2024, mentre ci vorrà più tempo per il distretto commerciale, che dovrebbe essere inaugurato nel 2028.