Ozan Kabak: ecco chi è il colosso turco che vuole il Milan

21.06.2019 16:00 di Daniel Speranza   Vedi letture
Ozan Kabak: ecco chi è il colosso turco che vuole il Milan

Dopo la chiusura della trattativa per Rade Krunić, il nuovo Milan di Paolo Maldini e Zvonimir Boban è al lavoro per chiudere un altro interessante colpo in prospettiva, quello di Ozan Kabak, giovane difensore turco. Attualmente il Milan non vorrebbe pagare la sua clausola rescissoria, che è di 15 milioni di euro, anche per questo motivo la società rossonera avrebbe alzato l’offerta economica nei confronti del giocatore, per convincerlo a scegliere la Serie A anziché a cedere ad altri corteggiamenti, tra cui quello del Bayern, Ma chi è questo giovane talento? Andiamo ad analizzare la sua vita e la sua carriera sportiva.

GLI INIZI - Ozan nasce il 25 marzo del 2000 ad Ankara, capitale della Turchia. Nel 2011 entra a far parte delle giovanili del Galatasaray, in cui milita per sette anni. 

IL DEBUTTO - Il primo luglio del 2017 firma il suo primo contratto da professionista con il club turco ed esordisce il 12 maggio 2018 entrando in campo nei minuti finali dell'incontro di campionato vinto 2-0 contro lo Yeni Malatyaspor. Conclude la sua prima stagione professionistica con una sola presenza di pochi minuti.

LA SVOLTA - Nella stagione seguente, Fatih Terim decide di puntare su di lui, rendendolo uno dei titolari: Kabak calca infatti il campo da gioco per ben 13 volte tra le varie competizioni, Champions League inclusa. A gennaio del 2019 viene acquistato dallo Stoccarda, in cui presenzia 17 volte, realizzando anche tre reti, record della sua carriera. Gioca anche due partite da mediano. Nella stagione appena terminata ha un’ottima media di contrasti vinti, pari a 7.4 per partita, il 64.7% di tutti i contrasti provati. Ha una bassissima media di 0.6 dribbling subiti a partita e di soli 1.4 falli commessi, a dimostrazione della sua abilità nel marcare l’uomo. 

PROFILO SPORTIVO - Kabak è un difensore aggressivo, abile nell’anticipare l’avversario e abilissimo nel gioco aereo, grazie alla sua statura (186 cm). Nonostante l’aggressività, sa bene quando intervenire, tanto che ha raccolto solo sette ammonizioni in tutta la scorsa stagione. Si tratta di un profilo giovane, di prospettiva e con ampissimi margini di crescita. Dopo Hakan Calhanoglu, che è un suo amico, potrebbe quindi  arrivare un altro turco in casa rossonero, un giovane talento che verrebbe guidato da Marco Giampaolo.