Probabile formazione Milan: titolarità per Tonali e Brahim. Torna Saelemaekers

28.11.2020 20:30 di Pietro Andrigo   Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Probabile formazione Milan: titolarità per Tonali e Brahim. Torna Saelemaekers

Dopo il pareggio in Europa League contro il Lille, il Milan si riaffaccia al campionato per l’importante match contro la Fiorentina. La partita con i francesi, la prima senza Ibrahimovic, ha sottolineato buone risposte da alcuni singoli come Castillejo e Tonali ma ha anche evidenziato la stanchezza di alcuni elementi come Bennacer e Calhanoglu. L’algerino, in particolare, non si è allenato nella giornata di oggi e ha costretto lo staff rossonero a rivedere la formazione. Oltre alla probabile sostituzione di Bennacer, il duo Pioli-Bonera opererà alcuni cambi rispetto alla formazione di  domenica mantenendo tuttavia il solito e rassicurante assetto tattico (4-2-3-1). Tra le buone notizie, in particolare, si segnala il rientro di Saelemakers che contro i toscani dovrebbe ritrovare la titolarità.

TORNANO CALABRIA E ROMAGNOLI - Tra scelte di turnover e possibilità giustamente concesse, nella gara contro il Lille, la retroguardia rossonera ha visto a fianco degli insostituibili Kjaer e Theo, i due classe 99’ Gabbia e Dalot. Nonostante le prestazioni di personalità, nella gara contro la Fiorentina dovrebbero rientrare i titolari Calabria e Romagnoli che occuperanno rispettivamente la fascia destra e il centro-sinistra. A completare la retroguardia, come detto prima, gli imprescindibili Kjaer e Theo Hernandez con quest’ultimo chiamato a replicare l’ottima gara offerta con il Napoli.

TONALI TITOLARE - La notizia del problema fisico di Bennacer è stato un fulmine a ciel sereno tra tifosi e addetti ai lavori. L’algerino, sin qui, è stato il faro del centrocampo rossonero che con prestazioni di qualità e personalità è stato un perfetto collante tra attacco e difesa. Il naturale sostituto di Bennacer, senza dubbio, è Sandro Tonali che in questo inizio di stagione si è calato in una realtà decisamente diversa dalla Brescia che lo ha cresciuto. Il classe 2000 ha lavorato con umiltà e professionalità e, tra naturali errori e giocate di qualità, sta continuando il suo processo di crescita. Con il Lille Sandro ha fornito una prestazione matura e solida che dovrà replicare con la Fiorentina al fianco di Kessie, l’altro uomo imprescindibile per il centrocampo rossonero. Dopo il meritato riposo con i francesi, in particolare, l’ivoriano ritrova il campo ed è pronto a guidare il giovane rossonero.

GRANDI ROTAZIONI - Le assenze di Ibrahimovic e di Leao, i tanti impegni e la necessità di dare spazio anche ai meno impiegati porta Pioli e il suo staff a ridisegnare l'attacco rossonero. Il quartetto offensivo rossonero, in particolare, vedrà 2 cambi rispetto a quello di Lille. Tra i confermati, chiaramente, Ante Rebic come terminale offensivo e Calhanoglu alle sue spalle. Se il croato, dopo i due assist consecutivi, è alla ricerca del primo gol stagionale, il turco è chiamato ad uno squillo di qualità per trascinare la squadra. Al fianco del 10 rossonero, in particolare, si segnala il ritorno alla titolarità sia di Saelemakers che di Brahim. Se il belga ha recuperato dall’infortunio e ritorna al proprio posto sulla fascia destra, lo spagnolo sarà collocato sulla sinistra per dare imprevedibilità e rapidità all’attacco rossonero. Questa la formazione completa:

Milan (4-2-3-1): Donnarumma G.; Calabria, Kjaer, Romagnoli Theo Hernandez; Tonali, Kessie; Saelemakers; Calhanoglu; Brahim; Rebic.