Turbo Milan a Venezia nel segno di Theo Hernandez e Rafael Leao

10.01.2022 14:00 di Redazione MilanNews Twitter:    vedi letture
Turbo Milan a Venezia nel segno di Theo Hernandez e Rafael Leao
MilanNews.it
© foto di DANIELE MASCOLO

Il Milan conquista tre punti fondamentali battendo nettamente per 3-0 allo stadio Penzo il neo promosso Venezia di Zanetti. Apre le marcature il solito Zlatan Ibrahimovic (che si fa perdonare dopo l’errore dal dischetto nella scorsa giornata contro la Roma) dopo soli 2 minuti di gioco su assist al bacio di Leao. Sale in cattedra poi Theo Hernandez (il migliore dei suoi insieme all’asso portoghese ex Lilla) che, dopo una bellissima discesa sulla fascia sinistra, converge al centro e riesce a infilare Sergio Romero sul primo palo con un preciso tiro col mancino. 2-0 nei primi minuti del secondo tempo. Chiude virtualmente i giochi lo stesso terzino francese che su rigore(concesso per tocco di mani su chiara occasione da rete in cui il Venezia rimane anche in 10 uomini per espulsione di Svoboda) porta il risultato sul 3-0 al 60’ minuto.

SENZA MACCHIE - I rossoneri si confermano in uno stato di forma molto incoraggiante e partono con il piede sull’acceleratore, trovando il gol nei primi 15 minuti di gioco (oggi addirittura dopo soli 120 secondi) da tre partite consecutive. La coppia di centrali inedita Gabbia-Kalulu non sta per ora facendo rimpiangere le assenze illustri di Tomori e Romagnoli, ad oggi ancora indisponibili. Florenzi si sta rivelando giocatore utilissimo e le sue prestazioni sono in continua crescita, sintomo del fatto che si sta sempre più inserendo da protagonista nei meccanismi di gioco dello scacchiere di Pioli. Degni di nota, finalmente, segnali incoraggianti da parte del mediano francese Bakayoko, partito titolare contro i lagunari, autore di una buona prestazione a centrocampo.

TURBO - Con la sua doppietta Theo si merita sicuramente un posto in prima pagina. Il laterale rossonero continua a mettere in mostra tranquillità e tanta concentrazione in fase difensiva, oltre alle solite doti straripanti in avanti. Un giocatore che era davvero mancato a mister Pioli, però, è Rafael Leao. Il talento portoghese, dopo aver trovato il gol da subentrante contro i giallorossi, è partito titolare contro il Venezia dopo un mese di assenza per infortunio ed è stato protagonista delle prime due marcature del Milan. Sul goal dell’1-0 è andato via in velocià sulla fascia sinistra e, dal fondo, ha servito un cioccolatino per Ibrahimovic che ha dovuto solamente spingere in rete la più facile delle marcature. Sull’azione che porta il Milan sul 2-0 si libera a centrocampo e sforna un passaggio filtrante perfetto per l’inserimento di Theo Hernandez che si accentra e segna. I suoi strappi e i suoi cambi di direzione in velocità sulla fascia si rivelano assolutamente fondamentali per il gioco dei rossoneri. La capacità di saltare l’uomo palla al piede e aprire il gas ogni volta che trova spazio fanno di lui un giocatore imprevedibile e uno dei giovani più promettenti in Europa nel suo ruolo. Dopo le aspettative non pienamente ripagate nelle ultime stagioni. quest'anno Rafa sta confermandosi un attaccante esterno di assoluto livello, cresciuto in personalità e sicurezza, e sta assolutamente ripagando la fiducia di mister Pioli, Maldini e Massara, che credono pienamente nelle sue capacità e nel suo potenziale.

di Jacopo Rossi.