Tuttosport - Milan da record grazie alla conferma di Pioli: il tecnico è riuscito ad accendere la scintilla

01.12.2020 10:03 di Salvatore Trovato   Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Tuttosport - Milan da record grazie alla conferma di Pioli: il tecnico è riuscito ad accendere la scintilla

Il termine "normalizzatore" comincia a stargli stretto. Perché Stefano Pioli ha dimostrato di essere un allenatore speciale, in grado di tirare fuori il massimo da una rosa sì di qualità e prospettiva, ma inferiore (sulla carta, ovviamente) ad altre realtà del nostro campionato. Come riporta Tuttosport, il primo posto del Milan non è casuale, ma è figlio dell’evoluzione del progetto tecnico-sportivo che ha una data precisa come chiave di volta: il 21 luglio 2020.

SVOLTA - Al termine di quel Sassuolo-Milan, vinto dai rossoneri per 2-1, i vertici di via Aldo Rossi annunciavano il rinnovo di Pioli, cestinando definitivamente l’ipotesi Rangnick. Da lì è partito tutto. Il coach emiliano ha saputo creare l’alchimia che mancava dentro lo spogliatoio milanista, facendo scattare la scintilla giusta. Ma il merito non è soltanto “psicologico”, ma anche tattico. A parlare è il campo, la classifica, le statistiche.

CHE NUMERI - Da Lecce-Milan del 22 giugno, prima uscita dopo il lockdown, il Milan ha messo a referto 16 vittorie e 5 pareggi in campionato e un pari in Coppa Italia per 0-0 contro la Juventus, mentre in Europa League il parziale recita 5 vittorie, un pareggio e una sconfitta. Allargando il discorso a tutto il 2020, la squadra Milan ha giocato 41 gare tra le varie competizioni, collezionando 92 punti (media di 2.24 a partita). Prima dell’esplosione della pandemia, il Milan aveva una media di 1.83 punti a gara, dalla ripresa in poi il dato è di 2.41. Sono cresciuti i gol fatti (70) mentre quelli incassati sono 29 in 29 partite (da gennaio a marzo erano 20 reti all’attivo e 13 al passivo in 12 match disputati).