Rivoluzione Milan, quanti addii in questo mese

30.01.2020 08:12 di Antonio Vitiello Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Rivoluzione Milan, quanti addii in questo mese

Stanno per chiudersi le porte del calciomercato e il Milan è stata una delle squadre più attive durante il mese di gennaio. Fino ad ora tre acquisti e ben cinque cessioni. Sono entrati Ibrahimovic, Begovic e Kjaer, mentre sono partiti Caldara, Borini, Reina e nella giornata di ieri altri due addii importanti: ovvero Piatek e Suso. Lo spagnolo è stato ufficializzato a Siviglia, in prestito con diritto di riscatto che può mutare in obbligo in base a determinate condizioni. Suso dopo cinque anni esatti lascia il club rossonero per una nuova avventura in Spagna. Anche Piatek ieri sera è partito per Berlino e nella giornata odierna sosterrà le visite mediche con l’Hertha Berlino a titolo definitivo per 28 milioni bonus compresi. Un’offerta che il Milan non ha potuto rifiutare, così dopo un anno si è interrotto il rapporto con il polacco, per lui sedici gol in 41 presenze e tanti rimpianti per com’era partita la storia con i rossoneri e per come si è conclusa. Un addio amaro e pieno di delusione, ma il Milan ha preferito voltare pagina e continuare in quella rivoluzione tecnica che Boban e Maldini hanno iniziato in estate. Via i giocatori dei dirigenti delle vecchie gestioni come Leonardo e Mirabelli, segno di rottura con passato e voglia di ricominciare da capo, con l’intenzione di immettere nel mercato estivo nuova linfa per migliorare la rosa e permettere al Milan finalmente di competere per la Champions League. Sempre con un occhio alle spese e al bilancio.