A gennaio difensore e punta. Calha, ma che fai?!

29.11.2020 00:00 di Andrea Longoni Twitter:    Vedi letture
A gennaio difensore e punta.  Calha, ma che fai?!

Altra partita importantissima questo pomeriggio, come del resto saranno tutte le restanti di questo campionato. Sulla carta potrebbe essere un turno favorevole al Milan, visto che dopo Sassuolo-Inter di ieri, stasera c’è in programma la sfida tra Napoli e Roma, con la possibilità dunque di allungare su qualche rivale in caso di successo contro la Fiorentina.

L’assenza di Ibra è sicuramente pesantissima: stiamo parlando del giocatore più determinante di questo campionato, anche più di Cristiano Ronaldo. Ma il Milan, a differenza della Juve, ha dimostrato di essere squadra vera anche senza il suo leader, a differenza dei bianconeri che dipendono moltissimo dalle giocate del portoghese.

Mentre Zlatan tenta il recupero in tempi record, gli altri devono stringere i denti, soprattutto là davanti dove manca anche Leao.

Ma a gennaio servirà intervenire sul mercato senza se e senza ma: serve un vice Ibrahimovic come il pane, uno che lo possa sostituire degnamente e faccia rifiatare all'occorrenza. A maggior ragione in una stagione come questa, con il Milan nelle zone nobili della classifica, ci auguriamo anche a fine anno. Attaccante e difensore centrale: quando Kjaer contro il Napoli si è fermato, chi ha il Milan nel cuore è andato in apnea per 5 minuti. Avere una valida alternativa sarebbe importante per competere senza rimpianti fino alla fine, considerando anche le ultime prestazioni un po' altalenanti di Romagnoli.

In attesa di uscire una volta per tutte dall'equivoco Calhanoglu. Il blitz a Torino per andare a salutare l'amico Demiral è difficile da commentare. Innanzitutto perchè il turco ha violato la zona rossa, andando oltretutto in un'altra regione: senza validi motivi, comportamento, questo, assolutamente deprecabile. Decidere di farsi immortalare con tanto di foto, rigorosamente senza mascherina, è "geniale".

Il tutto poi non ha fatto che alimentare le voci di mercato che vorrebbero il numero 10 tentato dalla Juventus: non è un caso che il giorno dopo anche la stampa turca si sia scatenata sulla pista che lo porterebbe a Torino, non per salutare un amico ma per giocarci insieme in squadra. Nel frattempo, sono passate settimane e il giocatore è stato accostato (o proposto dal suo agente) a Inter, Juventus, Napoli, Manchester United e Atletico Madrid, senza che il diretto interessato proferisse parola. Non sappiamo come andrà finire, ma sicuramente i tifosi del Milan si meritavano di meglio.