Brutta prestazione, deludente zero in classifica, solito errore arbitrale. Tutto finito? Aspettiamo il 3 novembre!

20.10.2021 00:48 di Carlo Pellegatti   vedi letture
Brutta prestazione, deludente zero in classifica, solito errore arbitrale. Tutto finito? Aspettiamo il 3 novembre!
MilanNews.it

Sto scrivendo queste righe sul metro che dallo stadio mi porta nell’albergo vicino all’aeroporto. Nel mio animo dispiacere e delusione per la brutta prestazione del caro Milan, sentimenti espressi anche dal volto di Stefano Pioli, che avrebbe voluto trascorrere il 20 ottobre, giorno del suo compleanno con uno stato d’animo ben differente. Che cosa non ha funzionato? Purtroppo tutto. La squadra sul piano tecnico ha commesso piu’ errori nei 90 minuti del Dragao che in tutto il resto della stagione.

Anche sotto l’aspetto dello spirito e’ sembrata ben lontana dalla orgoglioso e battagliero atteggiamento di Anfield. Appare chiaro che le assenze stanno pesando sul rendimento di un gruppo che comincia a schierare qualche giocatore recuperato, ma in evidente deficit di condizione fisica. Dunque un sommarsi di problemi che possono essere mascherati in campionato ma che si evidenziano brutalmente in campo internazionale. Non ho rivisto l’episodio del gol. Un amico mi ha scritto: ”Cominciamo a portare a casa lo 0-0 poi discutiamo perche’ abbiamo giocato male”. E’ tutto vero. Mi parlano di un fallo netto, dell’ennesima svista arbitrale, di ex arbitri che in tv parlano di errore sesquipedale di Brych. Il Milan avrebbe un punto importante e fondamentale in classifica , ma ,nonostante lo zero nella tabella, pur nella depressione calcistica del momento, voglio credere che i Sorprendenti di Stefano Pioli possano onorare il loro nome e vincere la prossima partita contro il Porto, grazie alla spinta del pubblico di San Siro, per poi giocarsi tutto a Madrid.

Piangermi addosso dopo una partita praticamente mai cominciata non serve a nulla. Troppo brutta per non pensare che ,come diceva il poeta Paul Valery, il Milan non abbia “trovato una buca sulla strada della vita”. E’ caduto ma altre volte , quando gia’ le prefiche alzavano alti i loro lugubri canti si e’ rialzato e ha proseguito il cammino. Mentre i freni del metro stridono sui binari, chiudo questo pezzo con la certezza che rivedremo presto il vero Milan, sempre che il dio del calcio ci lasci intatti i giocatori per qualche mese e ci regali arbitri giusti e varisti coraggiosi. I Ragazzi di Pioli e i tanti tifosi rossoneri presenti anche a Porto lo meritano. Zero punti in classifica tutto finito? Ne parliamo alle 21 del 3 novembre, un mercoledi’ che deve essere da leoni!!!