Milan, mercato deludente. La società accetta il rischio. I colpi rinviati in estate

01.02.2022 00:00 di Antonio Vitiello Twitter:    vedi letture
Milan, mercato deludente. La società accetta il rischio. I colpi rinviati in estate
MilanNews.it

Occasione mancata. Il mercato invernale del Milan ha il retrogusto di una chance sprecata per migliorare la rosa e puntellare alcuni reparti importanti. Nessuno s’aspettava colpi costosi, ma alcuni aggiustamenti sarebbero stati di grande aiuto per il prosieguo dell’annata. Ma perché il Milan non si è mosso? Si parte dal presupposto che la dirigenza ritiene la squadra già competitiva così, e lo ha più volte dichiarato pubblicamente. Paolo Maldini e Frederic Massara pensano che questo gruppo, con il rientro degli infortunati, possa fare bene fino al termine della stagione. E non intervenire in maniera concreta durante la sessione invernale è un rischio che hanno calcolato dalle parti di via Aldo Rossi.

Solamente il piazzamento a fine stagione dirà se questa strategia sia stata giusta o sbagliata, sarà il campo smentire o supportare la scelta di non toccare la rosa a gennaio e rimandare tutto all’estate. Ufficialmente è arrivato solo Marko Lazetic, giovane di prospettiva, che ha preso il posto di Pietro Pellegri, la cui scommessa è stata persa soprattutto per i problemi fisici. In difesa però il Milan doveva provare a sostituire Simon Kjaer e non l’ha fatto, dando fiducia ai giocatori già presenti in squadra. Numericamente e qualitativamente potrebbero non bastare.

Il club ha lavorato per prendere Sven Botman e Renato Sanches a gennaio, ma le possibilità sono state sempre minime perché i colpi grossi il Milan ha deciso di metterli a segno in estate. Per il difensore olandese i dialoghi sono molto avviati, nelle prossime settimane si proverà a programmare tutto in modo da arrivare a maggio con l’operazione già imbastita, proprio come l’anno scorso i rossoneri fecero con Mike Maignan al posto di Donnarumma.

Oltre il gigante della difesa, Maldini e Massara sono avanti anche per Renato Sanches. Le conference call avute nella giornata di domenica, a 24 ore dalla chiusura del mercato, vanno lette in modo positivo. Significa che il Milan ha provato ad accelerare ma non essendoci riuscito investirà sul portoghese a partire dall’estate prossima, quando Sanches avrà solamente un anno di contratto con il Lille.

Attenzione però a dare già tutto per scontato, molto passerà dalla qualificazione in Champions League che il club spera di ottenere per il secondo anno di fila dopo sette stagioni di nulla. Chiaramente rimanere nei primi quattro posti sarà vitale anche per il calciomercato.

Nelle prossime ore verrà annunciato il rinnovo di contratto di Theo Hernandez fino al 2026, una buona notizia per i rossoneri. Aver blindato uno dei giocatori più importanti della rosa può essere un segnale diverso rispetto alle perdite a zero di giocatori come Kessie, Calha e Donnarumma.