Ore caldissime per il mercato. Tomori, Mandzukic e... il mercato su twitter

17.01.2021 00:00 di Andrea Longoni Twitter:    Vedi letture
Ore caldissime per il mercato.  Tomori, Mandzukic e... il mercato su twitter

Ore caldissime per il mercato del Milan. E' molto vicino il difendore del Chelsea Fikayo Tomori, 23 anni appena compiuti e prospettive personali molto interessanti. La qualità del giocatore è indiscutibile, così come il margine di crescita.

E' però uno dei pupilli di Lampard che sul tema è stato chiaro: può partire solo in prestito, per poi ritornare.

La dirigenza milanista vuole inserire un diritto di riscatto non troppo alto, ma il rischio concreto è che, se arriverà, si tratterà di un affitto di 4 mesi per poi restituirlo.  La formula non convince: se queste sono le condizioni, tanto vale forse affidarsi a un giocatore d'esperienza, pronto all'uso e che non necessita del periodo di ambientamento, quasi fisiologico invece per i giovani.

Esperienza che invece è pronto a portare Mario Mandzukic. Il principale sponsor del croato è Paolo Maldini, che già lo avrebbe voluto in passato a Milanello. Sono ore di riflessione in Via Aldo Rossi, dove ci si interroga sull'opportunità dell'operazione, visto il lungo periodo di inattività della punta, la cui ultima partita vera risale a maggio 2019 (escludendo le 7 in Qatar). Quando sarà pronto? E non rischia di rompere gli equilibri? Sono domande frequenti nei piani alti di Casa Milan. Risulta che Maldini ne abbia parlato anche con Ibrahimovic, trovando il benestare all'operazione. Non sarebbero due galli in un pollaio, ma due giocatori che sanno cosa significa vincere e che aiuterebbero tutti a raggiungere l'obiettivo. La sensazione è che Paolo riuscirà a convincere anche chi è più perplesso e nelle prossime ore proverà a chiudere.

L'operazione Meitè è chirurgica e molto interessante. FInalmente si elimina la parola Emergenza sul centrocampo e si permetterà all'ottimo Calabria di dedicarsi esclusivamente alla fascia. Il giocatore ex Torino porta con sè tanto potenziale inespresso e per lui il Milan può essere l'ultima occasione per sfondare nel grande calcio. Se non altro per meritarsi la conferma a giugno, dovrà davvero rimboccarsi le maniche e dare il massimo. E' il perfetto vice Kessie: giocatore polivalente che sicuramente rappresenta un upgrade rispetto a Krunic, inadatto a un centrocampo a due. L'esperienza insegna che non bisogna fare gli schizzinosi: era un panchinaro del Torino perchè il suo tempo lì era finito, anche per responsabilità del diretto interessato, segnalato come forte ma con atteggiamenti spesso sbagliati. Atteggiamenti che sicuramente avrà lasciato in Piemonte.

Infine, un appunto sul proliferare di indiscrezioni di mercato e non sui social. O meglio di annunci più che di indiscrezioni. "Preso Simakan", "E' fatta per Mandzukic" e se ne potrebbero elencare a decine soltanto negli ultimi giorni, anche su temi ben più delicati rispetto al calciomercato.

Consiglio non richiesto a colleghi, o aspiranti tali: l'impegno e la serietà pagano sempre, tirare il sasso e sperare di indovinare non è la strada giusta. Non ci sono scorciatoie: così si perde soltanto credibilità.

Consiglio non richiesto ai lettori: selezionate le fonti di informazione e non credete a tutti, soprattutto a chi la spara grossa per guadagnare qualche followers in più.