Thiaw, il nome nuovo per la difesa, ma costa molto. Ore pesanti per il sogno Vlahovic svanito. Poi tutto passerà, come dopo lo scambio Zenoni-Pippo Inzaghi

26.01.2022 00:40 di Carlo Pellegatti   vedi letture
Thiaw, il nome nuovo per la difesa, ma costa molto. Ore pesanti per il sogno Vlahovic svanito. Poi tutto passerà, come dopo lo scambio Zenoni-Pippo Inzaghi
MilanNews.it

Dal Corriere.it del 7 luglio 2002. Il pezzo comincia così: “Inzaghi firma: addio Juve, ora è del Milan. L’attaccante ha siglato un contratto di cinque anni. La società rossonera ha ceduto alla Juve Christian Zenoni”. Silvio Berlusconi e Adriano Galliani avevano appena acquistato Zenoni, una delle rivelazioni dell’Atalanta. Con la solita lungimiranza avevano però colto l’opportunità di affiancare Inzaghi a Shevchenko, una coppia di attaccanti straordinari, “anche se per ora -conclude l’articolo-una parte dei tifosi rossoneri più accesi contesta la scelta (cioè lo scambio, ndr)della società e scritte sui muri sono apparse ieri sia accanto alla sede del Milan sia a quelle della Finivest”. Sì, una parte del popolo rossonero avrebbe preferito Zenoni a Inzaghi. Perché ho citato questo lontano episodio, vecchio di 20 anni fa? Proprio per paragonarlo a quella che oggi pare una perdita insopportabile e quasi oltraggiosa, cioè il passaggio di Vlahovic alla Juventus. Poi, per mia esperienza personale dai tempi dello scambio Salvadore-Mora, tutto passa e si torna a tifare Milan, più forte di prima. Sarà sufficiente riprendere un cammino regolare e virtuoso in questo campionato e impostare e realizzare una intelligente campagna di rafforzamento la prossima estate.

Campagna che ha come primo obbiettivo Sven Botman, difensore nel mirino di tutti i top club europei, sul quale i dirigenti milanisti stanno lavorando da qualche settimana. Tornando all’attaccante serbo, anch’io ho sempre sperato che potesse essere la prima scelta del Milan, pur se fosse stato l’unico acquisto di luglio. Quando lo vedo giocare, mi ricorda l’Ibrahimovic giovane per potenza, fisicità, fiuto del gol e progressione devastante. Mai mi era stato prospettata però  a possibilità del suo acquisto perché, fra ingaggio, cartellino e ammenicoli vari, il costo sfiora i 130 milioni di euro. Sorta di investimento che non appartiene alla filosofia e alle strategie della attuale proprietà. Che piaccia o non piaccia. In questo senso, va visto invece l’acquisto di Marko Lazetic. Ha solo 18 anni e pare un prospetto interessante. Presto per capire se sarà l’erede di Vlahovic, ma è la tipica figura adatta alla esigenze del Fondo Elliott, che, ripeto, dovrebbe regalare, a luglio, ai suoi tifosi uno dei difensori più forti del panorama internazionale.

È stata una giornata burrascosa. La Juventus pare ormai destinata a entrare fra le prime quattro, dopo l’arrivo dell’attaccante viola. Molti tifosi milanisti temono che possa essere il Milan la squadra alla quale rimarrà il fiammifero in mano. Non capisco le ragioni di queste paure. Nelle ultime cinque partite ha collezionato dieci punti, realizzando undici gol e subendone tre. Ha perso il match contro lo Spezia, per puro accidente. Mi riferisco alle tante conclusioni verso la porta di Provedel e all’errore dell’arbitro Serra. Stanno recuperando la miglior forma Rebic e Calabria. Fra due partite tornano Tomori, magari prima Kessie. Insomma si annuncia un derby dove il Milan possa scendere in campo con una formazione forte. Poi, fattore fondamentale, aritmeticamente importante, il vantaggio sulla Juventus è ancora di sette punti per un Milan che deve guardare davanti alla caccia dell’Inter piuttosto che farsi venire il torcicollo per timore dei bianconeri. Insomma inviterei le prefiche ad alzare i loro pianti disperati piuttosto da un’altra parte.

Intanto nel mirino, in questa fine mercato, ecco un giovane giocatore tedesco, con cittadinanza finlandese, Malick Thiaw, 20 anni, titolare dello Schalke e della nazionale tedesca U 21. Il club renano ha chiesto 8/10 milioni. A queste cifre difficilmente la trattativa si chiuderà, ma nell’ultimo giorno di mercato tutto potrebbe succedere!