Un giovedì con il circoletto rossonero. Tifosi con la sindrome degli Emo di Checco Zalone. Un altro mio nome per l’attacco del Milan e si chiama… Milan!

11.01.2023 00:00 di Carlo Pellegatti   vedi letture
Un giovedì con il circoletto rossonero. Tifosi con la sindrome degli Emo di Checco Zalone. Un altro mio nome per l’attacco del Milan e si chiama… Milan!
MilanNews.it

Mi è passata? No, non mi è ancora passata. Ho avuto, in questi giorni, la forza di rivedere gli ultimi 20 minuti di Milan-Roma. Riguardandola, mi sembrava ancora impossibile non aver vinto una partita ben giocata sul piano della organizzazione, divertente e spettacolare, non tanto sul piano delle conclusioni, ma su quello del  totale controllo della partita. Uno spettacolo, appunto, di potenza e forza. Poi la follia del calcio, oltre che i meriti della Roma, micidiale nei calci piazzati, hanno condannato il Milan. Attenzione. Ancora però nella possibilità aritmetica addirittura di superare i 42 punti della scorsa stagione, anche se alla vigilia di due trasferte complicate contro un Lecce, in gran forma, e all’Olimpico, avversaria la Lazio di Maurizio Sarri. Importante recuperare qualche infortunato e continuare a giocare con questa convinzione, scioltezza e fiducia, che non devono certo essere scalfite da un beffardo pareggio.

E’ una settimana importante da celebrare con una bella prestazione e da un risultato positivo in Coppa Italia. Il Torino a metà classifica, ma lontano dall’Europa, vuole puntare forte su un cammino positivo in Coppa. Giovedì 12 gennaio infatti sarà un giorno da segnalare con il circoletto rosso.. nero, perché Ismail Bennacer, uno dei migliori centrocampisti centrali del panorama internazionale, firmerà il rinnovo del contratto fino al 2027. Dopo Maignan, Tomori, Calabria, Theo Hernandez, Krunic, Kalulu e Tonali, un altro successo del Club rossonero e dei suoi dirigenti. Qualcuno ha arricciato il naso per la clausola rescissoria fissata a 50 milioni. Atteggiamento incomprensibile. La clausola intanto vale dall’estate 2024. La società che lo vuole deve avere l’accordo del giocatore, e pagare la forte somma, cash, un bel cash. Incomprensibile anche perché, invece di applaudire il lieto fine, magari sono gli stessi che temevano di perderlo a zero proprio nel 2024, mentre questo ,in ogni caso, non succederà.

Mah, mi sembra che abbiano la sindrome degli Emo, nel film “ Cado dalle Nubi “con Checco Zalone. “Noi ci tagliamo perché soffriamo!” . “Non è forse  il contrario -ribatte Checco- Voi soffrite perché vi tagliate”.   Insomma cerchiamo di essere contenti , milanisti, fratelli, popol mio, perché sembrava che la trattativa con il giocatore algerino potesse complicarsi,  soprattutto dopo il presunto interessamento del Liverpool.  Invece “Lo Sceicco Bianco “ aiuterà il Milan a crescere , a crescere ancora e potrebbe essere l’ideale apripista per la firma di Leao. Non sono intanto  previsti, ad ora, interventi sul mercato di gennaio. Né per il ruolo di portiere, in attesa di capire il valore del nuovo arrivato Devis Vasquez, né, e qui mi dispiace molto, per la punta centrale. Ribadisco che un aiuto a Stefano Pioli , per quanto riguarda il reparto offensivo, sarebbe fondamentale, in attesa dei rientri di due giocatori, Origi e Rebic, che non sappiamo  però quando possano raggiungere la piena efficienza. Non credo comunque molto presto, intendendo ,come totale efficienza , la possibilità che il tecnico rossonero li possa schierare dal primo minuto per l’intera partita. Io però non mi rassegno. Vorrei consigliare ai dirigenti del Milan  un giocatore , a costo sostenibile, ma considerato il miglior colpitore di testa del campionato italiano. Parlo di Milan (nomen omen) Djuric, oggi al Verona. Vecchio bucaniere dell’area di rigore, utilissimo a far salire la squadra, splendido nella  protezione della palla, ma soprattutto pronto subito. Una forte alternativa a “Oliviero Lo Sparviero “ Giroud ,che intanto ci gustiamo. Il francese ha raggiunto una altissima costanza di rendimento. Un attaccante formidabile, un giocatore prezioso anche per la crescita dei compagni più giovani. Per questo motivo, Il Milan vuole chiudere presto l'accordo per il rinnovo del “Girator Cortese”. Per la gioia dei tifosi rossoneri che potranno cantare ancora a lungo: ”Si è girato Giroud, si è girato Giroud, si è girato Giroud!”