ESCLUSIVA MN - Bocci: "A Calhanoglu e Donnarumma conviene restare al Milan. Tomori è un ottimo innesto"

15.02.2021 20:15 di Pietro Andrigo Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
ESCLUSIVA MN - Bocci: "A Calhanoglu e Donnarumma conviene restare al Milan. Tomori è un ottimo innesto"

La redazione di MilanNews.it ha contattato Alessandra Bocci, giornalista della Gazzetta dello Sport. Con lei abbiamo parlato del momento del Milan e di alcuni singoli rossoneri. Queste le domande e le risposte:

Il Milan è stata una squadra abituata a situazioni di tensione e a giocare ogni tre giorni. L’estensione del calendario può essere stato un fattore che ha fatto calare l’attenzione? 

"Sì può essere una chiave di lettura. Ci si aspettava che queste due settimane potessero essere una sorta di terra promessa per recuperare condizione fisica e giocatori importanti e invece è scaturita una brutta prestazione. Un'altra motivazione pensata, anche se poi ci è stato detto che non corrisponde a verità, è il fatto che in queste due settimane sia stato fatto un lavoro fisico intenso per caricare le batterie in vista dei prossimi impegni. Ci è stato detto invece che è stata fatta una preparazione intensa solo nella prima settimana, quella che anticipava la sfida con il Crotone. Penso tuttavia che il Milan abbia avuto un po' di appannamento fisico, visto soprattutto in giocatori come Bennacer e Calhanoglu che rappresentano calciatori chiave. Ibrahimovic è stato poco assistito ed è rimasto un po' solo nel reparto offensivo. Quello che ci dice la partita con lo Spezia è che il Milan patisce molto le squadre aggressive e che corrono tanto"

Al di lá della sottovalutazione della partita confermata da Romagnoli nel post partita, può essere stato un errore l’inserimento di giocatori come Calhanoglu, Bennacer e Kjaer non al 100%?

"Il problema è che le alternative di giocatori come Bennacer e Calhanoglu o erano assenti o non erano al top. Calhanoglu è un giocatore unico nel suo ruolo e Tonali non era al 100% mentre Kjaer è stato un giocatore che ha sempre dimostrato un'ottima condizione al rientro. Pioli li ha messi in campo perchè pensava di fare un rodaggio in vista del derby ma non si aspettava una partita con uno Spezia così grintoso. Forse avrebbe potuto cercare di cambiare qualcosa prima ma evidentemente è rimasto stupito dalla situazione e non ha reagito prontamente. In più di un anno sulla panchina dal Milan Pioli ci ha abituato ad essere bravo a reagire quindi quello di Spezia è stato un po' un unicum. Se a Belgrado la squadra reagisce si presenta al derby più fiduciosa mentre se dovesse andare male dal punto di vista psicologico sarebbe più complicato"

È arrivato da poco ma si è imposto subito in maniera importante e ha dimostrato un ottima condizione fisica. Tomori può essere titolare nel derby o bisogna continuare a puntare sulla coppia Kjaer- Romagnoli? 

"Kjaer ha tanta esperienza e ha fatto veramente fare il salto di qualità della difesa quindi è difficile privarsi di lui. Tomori è stato un innesto di qualità e indovinato e quindi se il Milan potrà, farà bene a riscattarlo. Ha un ottimo senso del tempo ed è un giocatore intelligente. In quel ruolo abbiamo visto anche Kalulu che ha fatto molto bene ma è un giocatore giovanissimo così come Gabbia quindi avere un elemento come Tomori con esperienza sarebbe un ottimo acquisto. Il Milan sul mercato ha fatto buoni acquisti. Il punto interrogativo su Mandzukic deriva dal suo lungo stop e dal processo di ambientamento nella squadra. Non so se sarà ancora in grado di fare quello che faceva alla Juventus di Allegri o se sarà utilizzato come vice Ibrahimovic ma sulle sue qualità e sulla sua utilità non ci sono dubbi"


Situazione rinnovi: il Milan può e deve essere fiducioso riguardo le situazioni contrattuali di Donnarumma e Calhanoglu?

"Chi lo sa. Si sta andando un po' per le lunghe e quindi è normale che le perplessità aumentano. A nessuno dei due giocatori conviene andare via. Calhanoglu ha trovato un suo habitat nel Milan di Pioli e non so quante altre situazioni così confortevoli potrebbe trovare. E' un giocatore chiave per il Milan. Possono esserci motivazioni di soldi o di giocare la Champions League ma se il Milan dovesse arrivare tra le prime 4, questo secondo desiderio potrebbe essere realizzato da protagonista. Al Milan è un giocatore importante. Gigio è ancora più legato a questo Milan ed è lui il primo a farlo capire. Ci può essere ottimismo. Magari non ci sarà un contratto lunghissimo perchè possono esserci perplessità sulla resa del prossimo Milan. Lui che è un giocatore giovanissimo può avere ambizioni importanti ma allo stesso tempo è l'unico giocatore in Italia che può aspirare a diventare una bandiera e questo può essere un'altra motivazione valida. Più che una questione di ingaggio, credo ci sia il desiderio di giocare stabilmente la Champions League e non di restare a guardare come è successo in passato"

Sono tanti i giocatori cresciuti in questa stagione. Quale l’ha impressionata di più?

"Sicuramente Calabria. Cito anche Saelemaekers anche se adesso è un po' in un periodo di flessione. Il belga ha grandissimi qualità, aggresività e energia. Ha buone qualità tecniche. Calabria però è un giocatore cresciuto tantissimo. Sembrava destinato ad un ruolo di gregario e invece ha sviluppato una grande personalità tecnico-tattica e in entrambe le fasi di gioco. E' molto coinvolto nell'economia della squadra"