LA LETTERA DEL TIFOSO: "Come Desailly...ma al contrario" di Edoardo

11.09.2020 07:12 di Redazione MilanNews Twitter:    Vedi letture
Fonte: scrivi a laletteradeltifoso@milannews.it
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
LA LETTERA DEL TIFOSO: "Come Desailly...ma al contrario" di Edoardo

Cari amici e compagni di tifo, l'onda di entusiasmo che stiamo cavalcando ce la meritiamo. Dopo quasi 10 anni di sofferenze e cambi di proprietà, finalmente un progetto chiaro, continuativo e di successo. E di conseguenza nomi pesanti sul mercato.  

Cosi diventa anche lecito sognare una mediana stellare con Tonali e Bennacer insieme ad una folta batteria di trequartisti/mezze punte da fare invidia a tutta Europa per talento e potenzialità che sicuramente il nostro leader Zlatan saprà fare maturare al meglio. 

Arrivati a questo punto, rimane solo la difesa da sistemare, ma siamo sicuri che il prossimo difensore centrale del Milan non sia già nel nostro mirino? Ebbene si, come Desailly, che da difensore centrale fu trasformato in mediano da Sacchi, ma al contrario, vedo Bakayoko come il prototipo perfetto del difensore centrale moderno: fortissimo fisicamente, veloce e in grado di impostare l'azione. Un azzardo che però potrebbe rivelarsi un vero e proprio game-changer. Esattamente quello che successe con Desailly a Sacchi. Kjær, per quanto sia un professionista esemplare e un difensore, a mio parere, veramente forte, pecca di lentezza, soprattutto sul lungo, e in un campionato dove sono sempre di più le punte da contropiede pure (vedi Lukaku, Zapata, Osimhen, Immobile e Caputo, senza considerare i più scomodi e sottovalutati) il dinamismo in difesa è essenziale. È un'ottima terza scelta, cosi come Kessie e Paquetà, cosa che l'anno scorso non avevamo ad esempio. 

Vi lascio con una domanda: ma con che coraggio si potrebbero lasciare in panchina due fenomeni complementari come Bennacer e Tonali (il primo secondo me è più offensivo del secondo che ama molto la zona centrale del campo)? Fidatevi di me, tra 2-3 stagioni i nostri avversari tremeranno solo al pensiero di doverli affrontare.

Il Diavolo è tornato. Proprio quando il terzo Maldini inizia ad assaporare il prato di San Siro. Coincidenze? Non credo....

Edoardo