LA LETTERA DEL TIFOSO: "Stop al pessimismo" di Daniele

16.10.2019 21:48 di Redazione MilanNews Twitter:    Vedi letture
Fonte: scrivi a laletteradeltifoso@milannews.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
LA LETTERA DEL TIFOSO: "Stop al pessimismo" di Daniele

Inizio con una premessa, non ho molta stima in Pioli come allenatore, non lo ricordo un allenatore che faccia del gioco il suo punto di forza. In estate evidentemente sono stati commessi degli errori, valutazioni sbagliate, ma dobbiamo essere onesti con noi stessi e mi riferisco ai tifosi milanisti, chi nella vita o nel lavoro non commette errori? Non sono d'accordo con i cosìdetti tifosi che inveiscono contro società e dirigenti. Maldini e Boban amano il Milan come lo amiamo noi, per Paolo il Milan è come una seconda pelle, una società, una città, che l'ha cresciuto e lui lo sa bene. Basta critiche, basta pessimismo, le difficoltà quando arrivano si affrontano, si combattono e si superano. Tutti sappiamo com'è andata con Giampaolo, bisogna voltare pagina, ora inizia un nuovo capitolo. Tornando a mister Pioli, il suo volto, il suo sguardo, trasmettono pace, serenità e forse se è stato scelto è proprio per questo motivo. Abbiamo bisogno tutti di serenità, giocatori, dirigenza e tifosi. Trovare il colpevole o puntare il dito contro qualcuno non serve a nulla, guardiamo avanti, le basi ci sono, abbiamo una squadra giovane, non credo sia una rosa così scarsa come ne parlano tutti. Forse manca un po di esperienza, però io confido in quella di Pioli e sono sicuro che da lassù, c'è un Davide Astori che è con Noi!! Adesso da tifoso ho voglia di divertirmi, ho voglia di vedere dei ragazzi che giocano a calcio divertendosi e se alla fine il risultato non arriva pazienza. In queste prime giornate, oltre al risultato è mancato tutto il resto, sono state strazianti, da tifoso mi sono sentito umiliato da Giampaolo. Nella vita quando si capisce di commettere degli errori, si cerca di rivedere alcune cose e migliorare, evidentemente lui era troppo orgoglioso ed è rimasto delle sue idee. Nella vita mi hanno insegnato che solo gli stupidi non cambiano idea, Maldini e boban hanno cambiato idea su Gianpaolo, loro vivono l'ambiente a 360 gradi, se hanno preso questa decisione avranno avuto i loro buoni motivi. Io mi fido di loro, mi fido di Paolo che per me resta un Mito e può commettere altri mille errori, l'importante è metterci la faccia e lavorare duramente. Sono sicuro che ci rialzeremo e alla fine sarà quarto posto, io ci credo perché il mio cuore è rossonero e la speranza è l'ultima a morire.

Daniele Iorio