MN - Fedele: "Ibrahimovic è un giocatore di rango ma il suo ritorno al Milan è stato il classico momento amarcord"

23.03.2020 19:15 di Pietro Andrigo   Vedi letture
Fonte: intervista di Thomas Rolfi
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
MN - Fedele: "Ibrahimovic è un giocatore di rango ma il suo ritorno al Milan è stato il classico momento amarcord"

Intervenuto ai microfoni di Milannews.it Furio Fedele, firma del Corriere dello Sport, ha parlato del futuro di Ibrahimovic. Questa la domanda e la risposta:

Ibra resterà un'altra stagione o la sua seconda avventura al Milan si concluderà solamente dopo 6 mesi?

"E' stato un altro errore strategico. Ibra ha dato una scossa finchè gli è convenuto. Ibrahimovic l'unica maglia che ha indossato è la sua pelle, nonostante sette tentativi di vincere la Champions con squadre diverse. Io ad Ibra non ho mai creduto, perchè a 38 anni lui aveva bisogno di sentire ancora l'adrenalina e la sua apoteosi l'ha avuta nel derby, poi l'adrenalina si è persa. E' stato portato da Boban e Maldini, che non rivedrà più nella prossima stagione. Inoltre il suo ingaggio da 6 milioni di euro, che percepirebbe il prossimo anno se restasse, sarebbe una follia assoluta, a maggior ragione in questo momento. Si è spento emotivamente con il passare del tempo, ha le sue idee ma non è che dobbiamo seguire tutte le idee di Ibrahimovic. Il suo ritorno è stato il classico momento amarcord rossonero, con la solita situazione malinconica e poco redditizia. Dal Sacchi-bis fino ad arrivare al Kakà-bis ne abbiamo viste tante: è inutile voler andare a rivedere delle cose che gli stessi protagonisti non sono più in grado di farti rivedere. A maggior ragione a distanza di 10 anni, come nel caso di Ibrahimovic. Avevo già manifestato la mia perplessità in tempi non sospetti mesi fa, per un'operazione fatta su un giocatore sicuramente di rango, ma a distanza di 10 anni".