Pioli a MilanTV: "Superate due trasferte difficili a pieni voti, la squadra è matura. Diaz? Scelta dovuta a Calhanoglu"

12.05.2021 22:57 di Antonello Gioia  Twitter:    Vedi letture
Pioli a MilanTV: "Superate due trasferte difficili a pieni voti, la squadra è matura. Diaz? Scelta dovuta a Calhanoglu"
MilanNews.it
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Stefano Pioli, tecnico rossonero, si è così espresso a MilanTV nel post partita di Torino 0-7 Milan: "Pensare di poter vincere una partita con un risultato così netto è difficile, ma volevamo mettere un'altra prestazione di qualità, di determinazione e di concretezza. Bene! Superate due trasferte sulla carta molto difficili e impegnative a pieni voti. Ora dobbiamo stringere i denti perché non abbiamo concluso nulla".

Sulla partita: "Sta a testimoniare che non è l'atteggiamento dell'avversario che cambia il risultato, ma è la nostra prestazione. Ci muoviamo tanto non dando punti di riferimento. Abbiamo le qualità per essere pericolosi continuamente. Ho la sensazione che siamo cresciuti: la squadra è matura non solo a livello mentale, ma anche nel leggere le situazioni. È un percorso che dovevamo accettare, così come dovevamo accettare gli alti e bassi perche un anno e mezzo non è così tanto per costuire una squadra di calcio. Adesso arrivano delle soddisfazioni, però adesso dobbiamo raccogliere i frutti del nostro lavoro".

Sulla maturazione della squadra: "Erano due trasferte molto insidiose e importanti e le abbiamo gestite a livello mentale: ciò testimonia la crescita e la maturità della squadra".

Sull'atteggiamento da squadra: "Se riusciamo a mettere da parte l'indivualismo e l'egoismo preferendo puntare al bene della squadra si vedono gli atteggiamenti visti oggi. Alleno un gruppo molto forte e giocatori forti, mi devono convincere che devono giocare e lo stanno facendo, accettando le scelte con grande rispetto. Si può anche avere quel muso lì, ma quando entri devi dare il massimo per la squadra. Questa è la cosa più bella ed è anche molto gratificante per un allenatore".

Su Brahim Diaz: "La sua condizione è in crescita, è utile sfruttare questo nel finale di campionato. Brahim sta facendo molto bene, ma la scelta di Brahim è dovuta molto al fatto che volevo Calhanoglu a sinistra per avere una squadra più compatta in fase difensiva; col Benevento avevamo fatto molto bene con la palla, peggio senza. Credetemi: è stata quella la scelta più importante".