L'appello di Ghirelli: "I giovani in Italia non giocano perché manca coraggio"

27.11.2022 15:30 di Nicholas Reitano  Twitter:    vedi letture
L'appello di Ghirelli: "I giovani in Italia non giocano perché manca coraggio"
MilanNews.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, nel corso del suo intervento al Master di “Diritto e Management dello Sport” organizzato dall’università di Palermo ha parlato anche dell'impiego dei giovani in Italia smentendo chi dice che la nuova riforma della Serie C toglierebbe loro spazio: "Oggi, alcuni affermano che, specialmente nella prima fase i gironi sarebbero troppo territoriali (sì, c’è la scelta della prossimità territoriale, meno costi e più ricavi nel momento che il club più soffre perché esce dalla fase del calcio mercato ed i contributi ancora non arrivano) e poi si aggiunge che troppo competitività porterebbe a non far giocare giovani".

Continua Ghirelli: "Vero o si evidenzia in questa critica la debolezza del calcio italiano? Il Pescara è in vetta alla classifica ed è al terzo posto tra tutti e sessanta i club per minutaggio dei giovani. I club spagnoli, tedeschi in Champions League fanno giocare titolari i diciottenni e per voi, non per me, i giovani sono a 24 anni, loro vincono e i nostri club guardano in tv le partite. Vi prego usate altri argomenti, non vi inventate che la formula bloccherebbe lo sviluppo di utilizzare i giovani calciatori. Per favore, i giovani non giocano perché non avete coraggio e il calcio italiano è fuori da due edizioni dai mondiali".