Rocchi: "Sono soddisfatto del VAR. Ha portato benefici"

25.10.2021 21:30 di Antonio Tiziano Palmieri   vedi letture
Fonte: tuttomercatoweb.com
Rocchi: "Sono soddisfatto del VAR. Ha portato benefici"
MilanNews.it
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Gianluca Rocchi, designatore degli arbitri di Serie A, ha parlato questa mattina ai microfoni di Radio Anch’io Sport difendendo l’operato degli arbitri in questo turno di Serie A che si è appena concluso: “Ho deciso di fare questo piccolo intervento per dire che noi non ci tiriamo indietro da eventuali errori, peraltro di ieri sono assolutamente soddisfatto, una giornata ottima per noi. Stiamo assistendo a partite bellissime ed è anche merito degli arbitri: col rientro del pubblico e un campionato molto competitivo diventa più difficile anche per noi, ma abbiamo fatto una scelta puntando su un gruppo giovane e sono contento di come ha approcciato le gare, spero continuino su questa strada. Gruppo giovane? Spero che tutto il mondo del calcio aspetti questi ragazzi, commetteremo degli errori ma credo che il calcio italiano VAR strumento fondamentale che va usato ma pretendo che gli arbitri decidano in campo. Loro vanno difesi dal primo all'ultimo minuto finché trattano tutti in egual maniera”.

Volevate il VAR, adesso vi lamentate del VAR, cosa volete?

“A noi ha portato grandi benefici, come tutte le cose dopo i primi due anni di soddisfazione perché la VAR ha portato molta più giustizia nel calcio, è un meccanismo da oliare e sono sicuro che avrà tanto sviluppo, avremo una VAR diversa in futuro. Sul discorso iniziale torno a ripetere che vorrei ci fossero arbitri che decidono in campo, e i calciatori e gli allenatori ci chiedono questo”.

Cosa è successo tra Spalletti e Massa?

“Io ero a Roma, ho parlato con entrambi gli allenatori che a fine partita si sono scusati. Spalletti è toscano come me, ha la battuta come me, se avesse fatto la battuta a me avrei reagito diversamente, Massa è introverso e ha reagito così. Si è sentito attaccato, noi ai nostri ragazzi abbiamo chiesto di essere educati ma intransigenti e lo stanno facendo”.