Bene i giovani ma ora serve esperienza: a gennaio il Milan dovrà cambiare strategia

12.10.2019 20:00 di Matteo Calcagni Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Bene i giovani ma ora serve esperienza: a gennaio il Milan dovrà cambiare strategia

"Vanno bene i giovani, ma ci devono essere giocatori con esperienza e forza". Così si è espresso Zvonimir Boban lo scorso 3 settembre, intervistato dai microfoni di Sky dopo la chiusura del calciomercato estivo. Un sentimento, quello del dirigente croato, che già era stato espresso nel giorno della presentazione della stagione 2019/20. Proprio la mancanza di esperienza è stato forse il più grave handicap del Milan in questo avvio stagionale, dove Giampaolo non è riuscito a raddrizzare una squadra che, almeno in campo, si stava rapidamente smarrendo.

CAMBIARE ROTTA - Quando si aprirà la finestra di gennaio, con tutta probabilità, il Milan tornerà sul mercato per rinforzare la rosa ed ovviare ai problemi individuati finora. Da un lato andranno risolte le problematiche tattiche della rosa, una volta che sarà scelto definitivamente il sistema di gioco, dall'altro andrà chiaramente instillato quel surplus di esperienza che fin qui è mancato. Inserire altri giocatori non ancora affermati servirebbe a poco, soprattutto se inseriti a stagione in corso. Se invece si riuscisse ad ingaggiare un paio di leader si potrebbe garantire un differenziale per cercare di raggiungere gli obiettivi e, allo stesso momento, deresponsabilizzare i tanti giovani (e giovanissimi) presenti in rosa.

L'ESEMPIO IBRA - Lo scorso dicembre il Milan non affondò per Zlatan Ibrahimovic, ritenuto evidentemente un profilo troppo costoso (ed un investimento a perdere) per Elliott, ma è abbastanza chiaro che con lo svedese (per quanto in là con l'età) il Milan difficilmente avrebbe mancato la qualificazione alla Champions League. E' vero che i giocatori di esperienza non sempre garantiscono rientri economici, ma aiutano il raggiungimento dei traguardi sportivi e il conseguente aumento dei ricavi. Boban ha già fatto intendere che per lottare per obiettivi importanti servano giocatori di questo tipo. Ora la palla passa ad Elliott, sperando che il mercato offra opportunità importanti per migliorare il Diavolo.