CorSera - Gazidis: "L'apporto di Maldini è importantissimo, mi aspetto che resti. Ibra? Decideremo insieme"

23.07.2020 07:50 di Salvatore Trovato   Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
CorSera - Gazidis: "L'apporto di Maldini è importantissimo, mi aspetto che resti. Ibra? Decideremo insieme"

Dopo Pioli... Maldini. Il tecnico ha rinnovato il suo contratto con il Milan per i prossimi due anni, mentre l’attuale responsabile dell’area tecnica rossonera non ha ancora preso una decisione sul futuro. Se fosse arrivato Rangnick non ci sarebbero stati dubbi: Paolo avrebbe lasciato il club. Ma con il mancato approdo del manager tedesco le carte si sono inevitabilmente rimescolate.

MALDINI E IBRA - E ora Gazidis si augura che l’ex Capitano possa proseguire il suo percorso con la società di via Aldo Rossi: "Ha due anni di contratto e mi aspetto che rimanga. Ci sentiamo tutti i giorni, il suo apporto è importantissimo". L’amministratore delegato milanista, come riporta il Corriere della Sera, ha parlato anche di Zlatan Ibrahimovic, la cui permanenza al Milan - come per Maldini - è ancora incerta: "Non so dire se ora Ibra abbia più possibilità di restare. Ci ha dato una grande mano, da quando è arrivato. Ci ha messo passione, istinto, talento. Ha aiutato i più giovani. Un giocatore fenomenale. Decideremo insieme".

GIGIO E PIOLI - Una considerazione anche su Donnarumma, che nell’ultima partita ha raggiunto il traguardo delle 200 presenze in maglia rossonera: "Una bandiera, un simbolo, incredibile abbia solo 21 anni, spero che le nostre strade continuino insieme". Queste, invece, le parole di Gazidis su Stefano Pioli: "Lo abbiamo scelto perché è la persona giusta per allenare il Milan che abbiamo in mente noi. Quindi non solo per gli ultimi risultati o perché da qui alla prossima stagione manca davvero poco tempo. Ma per come ha fatto giocare la squadra, in maniera divertente, verticale, moderna. E per la sua serietà, la sua professionalità. Non ha mai messo se stesso davanti alla squadra e al progetto. Così fa un vero manager. Ecco perché lo abbiamo scelto. Oltre a essere un grande allenatore, Stefano Pioli è un grande uomo".