CorSera - Ibra punisce l’Inter. Il Milan sa soffrire e colpire: si prende il derby ed è in testa al campionato

18.10.2020 08:03 di Salvatore Trovato   Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
CorSera - Ibra punisce l’Inter. Il Milan sa soffrire e colpire: si prende il derby ed è in testa al campionato

Il Milan va. Anzi, vola. Vola in testa al campionato e guarda tutti dall’alto in basso.  A sorpresa? Forse sì... Ma in fondo, quel diavolo di un Ibrahimovic l’aveva detto in tempi non sospetti: “Se fossi arrivato prima, avremmo vinto lo Scudetto”. E allora chissà. Ma per il momento va bene così. L’importante, come detto, è volare. Bassi, ma volare.

LEADER IBRA - I numeri sono dalla parte dei rossoneri: ventesimo risultato utile consecutivo, quattro vittorie su quattro in questo avvio di stagione in Serie A (più i successi nei playoff di Europa League). Il Milan si gode il primato e un Ibra in versione super. Lo svedese ha sconfitto il Covid e piegato l’Inter con una doppietta in tre minuti. E nella ripresa del derby, quando i suoi compagni sembravano in debito d’ossigeno (come lui del resto), li ha presi per mano fino al 96esimo. Un leader, dunque, in grado di trascinare una squadra sì ambiziosa, ma giovane e ancora inesperta.

IDENTITÀ - Ma il Milan, questo Milan, non è solo Zlatan. Come evidenzia il Corriere della Sera, intorno all’highlander rossonero sta crescendo un gruppo, che ha già un’identità precisa. La squadra di Pioli ha qualità e ottime individualità. E sa soffrire. Soffrire e colpire nel momento giusto. Ora la domanda è se l’obiettivo può essere più alto della semplice corsa Champions. Ibra dice sì, Pioli è più prudente. Si vedrà...